IL PUNTO SUL MERCATO NBA

di Gaetano Laganà – Dopo aver visto accasarsi tutte le migliori stelle di questa free agency, adesso è il turno dei comprimari e dei rinnovamenti per tante franchigie. L’ultimo colpaccio è arrivato da Boston che ha trovato l’accordo con Gordon Hayward, mentre Sacramento prova la linea “old school”.

FREE AGENCY

Come detto, si palesa il destino dell’ultima stella dell’estate senza contratto: Gordon Hayward ha deciso di sposare il progetto dei Boston Celtics, che con lui adesso hanno tutte le carte in regola per duellare alla pari con i Cleveland Cavaliers. Gli Jazz perdono il loro pezzo pregiato ed i tifosi non l’hanno presa benissimo, ma ad essere onesti, per il mercato delle squadre dell’Ovest, Utah avrebbe avuto pochissime chance di puntare a qualcosa di ambizioso. Il Neo esterno di Boston ha firmato un quadriennale da 128 milioni. Boston perde però Kelly Olynyk che ha deciso di firmare con gli Heat per 4 anni a 50 milioni. Miami ha anche rinnovato con James Johnson con un quadriennale da 60 milioni e Dion Waiters sempre con un quadriennale, ma da 52 milioni. Sempre ad est Philadelphia ha pescato in Turchia, dal Banvit, Furkan Korkmaz: la guardia ha trovato l’accordo per 2 stagioni a 3,2 milioni. Infine ad Est gli Wizards trovano l’accordo al minimo salariale con Mike Scott, in uscita da Atlanta.

L’Ovest è invece un continuo fermento. Golden State ha portato a casa due ottimi tiratori dalla panchina come Omri Casspi (un anno a 2,1 milioni) e Nick Young (un anno a 5,2 milioni), quest’ultimo accolto con molta ironia da KD! Cambia volto Sacramento che prende George Hill da Utah (triennale da 57 milioni), il “veteranissimo” Vince Carter (annuale da 8 milioni) e Zach Randolph (biennale da 24 milioni). Non trova l’accordo con i californiani Rudy Gay che invece si sposta a San Antonio, firmando un biennale da 14 milioni. Completa il roster Oklahoma City che firma Patrick Patterson per 3 anni a 16,4 milioni e Andre Roberson per 3 anni a 30 milioni. Dallas invece trova finalmente l’accordo con Dirk Nowitzki (pura formalità) per un biennale (è questa la notizia!) da 10 milioni, mentre scambia con Miami AJ Simmons per Josh McRoberts. Infine, la notizia più attesa dall’Europa: Milos Teodosic dopo tantissime voci, si accorda con i Los Angeles Clippers per un biennale da 12,3 milioni. Il serbo avrà la sua chance alla soglia dei 30 anni, andando nella neo squadra di Danilo Gallinari, ma avrà il difficile compito di sostituire una Superstar come Chris Paul.

 

RUMORS

Otto Porter, dopo l’offerta di Sacramento (che non sembra più interessata), riceve un’altra offerta da 106 milioni dai Nets. Gli Wizards dovranno decidere se pareggiare o no. Si muove anche New York che ha offerto 71 milioni a Tim Hardaway Jr. L’esterno di Atlanta era già di proprietà dei Knicks ma era stato scambiato per una prima scelta (Jerian Grant) rivelatasi poi fallimentare. Gli Hawks avranno 48 ore per pareggiare. C’è attesa invece, per le scelte dei fratelli Gasol: Pau non ha ancora firmato con gli Spurs, anche se non sembrano esserci richieste da altre franchigie; per Marc, che ha perso tanti compagni a Memphis, sembra ci sia un forte interessamento da parte dei Celtics, ma con l’arrivo di Hayward potrebbe saltare tutto. Rose, dopo esser stato scaricato dai Knikcs, vorrebbe andare ai Bucks, ma i tifosi di Milwaukee hanno addirittura fatto una petizione per non averlo in Wisconsin. Javalone non ha ancora rinnovato con i campioni 2017 e pare siano molto interessati i Clippers per averlo come cambio di Jordan. Infine nessuna novità da Carmelo Anthony che si sta allenando alla grande, ma ancora non ha concluso nessun accordo. In conclusione i Cavaliers hanno incassato il no di Chauncey Billups per il ruolo di GM.

Show Buttons
Hide Buttons