Il ruggito del Manzao

Il ruggito del Manzao.

Dopo la sconfitta di Anzio, i calabro-capitolini si rialzano alla grande.

Assente Rizzieri,si rivede l’ex Abba Francesco D’Alessio scuola Viola ma gli occhi sono tutti puntati verso la new entry Zoccali da Cosenza,.

Il primo tempo è molto combattuto.

Coach Cilione ha subito problemi di falli con Dattola e Viggiano.

Si va al primo riposo sul 23 pari.

Nel secondo quarto si allungano le rotazioni: Manzao pressa, recupera e da il via ad una gara punto a punto:Lauri segna qualsiasi cosa gli arrivi nelle mani.

Poco prima dell’intervallo si fa male Bernardo Rispoli.

Nel terzo quarto la musica cambia: la new entry Paolo Zoccali è super e fa la differenza.

Gaetano Laganà da energia e lancia Mariotti in contropiede per un canestro spettacolare.

Manzao ha la forza per andare in vantaggio:sul 42 a 29 la compagine avversaria ,l’Oratorio San Paolo inizia una efficace difesa press.

I locali vanno in black out e gli ospiti arrivano fino al meno due(42-40).

Da li,il Manzao si sblocca ancora:grande tripla dall’angolo di Zoccali che segna un canestro cruciale.

Manzao chiude i conti e vince una gara importante.Termina 59 a 49.

Passi in avanti per i calabro-capitolini:ottima gestione del gruppo e delle rotazioni ed una dimensione che inizia a materializzarsi.

Manzao-Oratorio San Paolo 59-49

7-10,16-13,15-6,21-21

Manzao:Zoccali 17,Bellini,Rispoli Valenti ,Dattola 2,Lauri 15,Sabbetta ,Mariotti 10,Viggiano 6,Laganà (Tegame),Carradori 1 ,Saccone 8,D’Alessio.All Attilio Cilone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons