Indomita costretta a perdere a Messina

 

 

San Matteo Messina – Indomita Catanzaro 67-54

22-19, 32-36(10-17), 43-44(11-8), 67-54(24-10)

San Matteo Messina : Bonaccorsi n.e., Gugliotta 7, Retto 13, Skratina 11, Alesci n.e., Polizzi n.e., Ferrara, Grillo 8, Raffaele5, Cosenza n.e., Spadaro n.e., Cascio 23.

Indomita Catanzaro : Galati 2, Astorino, Pessolano 13, Coluccio G. 8, Dublo 1, Amendola 6, Siciliano, Fregola 6, Cosentini n.e., Esposito 18

Arbitri : Costa P. e Di Franco A.

Non faremo volutamente una cronaca della gara, nè ci addentreremo in un analisi tecnica, ma ci limteremo di fornire ai lettori alcuni dati “nudi e crudi” che potranno far loro capire agevolmente come é realmente andata la partita tra il San Matteo Messina e l’Indomita Catanzaro. La gara é stata diretta in maniera a dir poco disastrosa e spiccatamente casalinga dai due fischietti catanesi Pietro Costa ed Antonio Di Franco ben noti alle cronache sportive per aver in passato pesantemente contribuito a creare disordini nei vari campi in cui sono stati designati:
Ecco i dati:
Finale I tempino 22-19 per il San Matteo
Finale II tempino 32-36 per l’Indomita (10-17)
Finale III tempino 43-44 per l’Imdomita (11-8)
a 2 minuti e 16 secondi dalla fine della gara, l’Indomita conduceva 54 a 51. Poi è entrato in scena l’arbitro Antonio Di Franco dando vita ad un vero e proprio delirante show cose mai viste in una partita di Serie B Regionale Femminile.
Ecco i dati degli ultimi 2 minuti:
3 giocatori dell’Indomita buttati fuori per 5 falli (Dublo-Siciliano-Esposito)
1 fallo antisportivo ed 1 fallo tecnico fischiati ad Esposito, espulsione di Esposito
1 fallo antisportivo fischiato ad Amendola
I dati di tutta la gara sono:
28 falli fischiati contro l’Indomita
11 falli fischiati contri il San Matteo
E’ del tutto evidente chei due fischietti hanno voluto orientare la partita verso la vittoria della squadra di casa e ci sono riusciti benissimo noi vogliamo credere che abbiano agito così per assoluta incompetenza e non in malafede.
Solo così si può spiegare come uno dei due fischietti di oltre 40 anni di età continui ad arbitrare quasi esclusivamente in Serie B Femminile Regionale!
Finale surreale mai visto su un campo di basket specie in campionati femminili!
Forse i due arbitri si sono lasciati condizionare dal comportamento in panchina del Coach del San Matteo, agitato e scomposto, che gesticolava in continuazione indicando agli arbitri strani numeri, forse a segnalare il numero dei tiri liberi da assegnare contro l’Indomita.
Nel post partita è doveroso sottolineare, lo dobbiamo alle nostre atlete, il comportamento incomprensibilmente violento del cronometrista designato dalla Società che, a gara conclusa, insultava pesantemente con volgarissime frasi e poi aggrediva fisicamente alcune ragazze catanzaresi che stavano rientrando tristi e deluse negli spogliatoi. Questo é tutto. Non vogliamo dire più niente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons