Iniziano le Final Eight,sognando Montecatini

per una kèrmesse che sarà seguita nuovamente da Reggioacanestro.it.Il connubio Reggio e Montecatini rievoca vecchi ricordi riguardanti la Viola Reggio Calabria che, ritornerà in scena più viva che mai pronta a ben figurare a cospetto delle più attrezzate formazioni della penisola.La Liomatic giocherà alle ore 21 contro Marostica ma nel Palasport di Pistoia, sede “parallela” delle finali,anche se, la speranza è che i nero-arancio possano, passo dopo passo, conquistare e giocare al PalaTerme, location della finalissima della B dei Dilettanti.

 

Reggio & Montecatini,quanta storia:Montecatini Terme!! Sì, proprio lei, ancora lei. E’ sufficiente solo il nome per rievocare innumerevoli ricordi del passato nella mente dei tifosi neroarancio e far salire spontanea l’adrenalina. La società termale adesso in C Dilettanti ha contribuito a scrivere pagine importanti della storia della società dello Stretto, che per tanti anni ha incrociato la sua strada con quella del sodalizio toscano per un percorso a tratti “speculare”. Dal 1988 agli inizi del 2001 le due squadre si sono incrociate 29 volte ed ogni singolo match è sempre stato ricco di pathos. L’ultima partita prima dei fasti della Lega due risale al 4 Marzo 2001 quando la Viola superò l’allora BingoSnai Montecatini per 92-78 con 26 punti di Brent Scott per la Viola e 26 anche di Maceo Baston, che prima di “volare” sul parquet di Tel Aviv fece parte della squadra termale.Ma i ricordi più intensi risalgono a fine anni ’80 – inizio anni ’90 quando i neroarancio erano marchiati Standa, Panasonic e poi Pfizer. Nella stagione 1987-1988 Standa RC e Sharp Montecatini si incrociano 4 volte nel campionato di A2.  Nella stagione  1988-1989, arrivò la promozione per la Viola di coach Tonino Zorzi ma anche Montecatini, sebbene ai playoff, ottenne la storica promozione in A1. Le due squadre proseguono quindi insieme, ma è solo l’inizio. Nel campionato 1989-1990 la Viola supera la squadra termale, marchiata Panapesca, sia in casa sia fuori casa. E’ una stagione difficile per i termali, che retrocedono in A2 e, per esigenze di bilancio, si vedono costretti a cedere Andrea Niccolai al Messaggero Roma per 13 miliardi di vecchie lire.Nella stagione successiva, alla Viola inizia l’era Panasonic con coach Carlo Recalcati. Montecatini è in A2 ma il destino sembra non voler dividere le due squadre che si ritrovano avversarie ai play-out, secondo la regola che, anni fa, vedeva scontrarsi le peggiori compagini di A1 e le migliori di A2. Il 17 Aprile ’91 la Panasonic supera per 111-96 la Lotus Montecatini. Nella Viola militano, tra gli altri, gli indimenticabili Michael Young e Dean Garrett. Nella Lotus, l’avversario di sempre, Mario Boni, insieme a Chris McNealy ed il grande Mark Landsberger, ex Los Angeles Lakers dei mitici Magic Johnson e Jabbar, che, giusto per rendere l’idea, in quella annata con i termali in A2, in una partita memorabile contro Sassari, dove militavano Mario Porto e Lino Lardo, mise a referto 24 punti e 34 (!!!) rimbalzi. Il play-out non riservò, però, molte gioie ai reggini che il 9 Maggio 1991 persero nel nuovissimo PalaTerme di Montecatini(Location delle Finali del 2011) per 115-103 contro un Boni da 29 punti e nonostante i 42 di Young. Arrivò un’amara retrocessione in A2 per i neroarancio mentre la Lotus non riuscì nell’impresa di tornare subito in A1. Viola e Montecatini si ritroveranno, quindi, la stagione successiva nel campionato di A2.La Panasonic stagione 1991-1992 è una corazzata che torna immediatamente in A1, da prima in classifica con 48 punti. E’ la stagione che, più di ogni altra, contribuì a far nascere la rivalità tra le due squadre e tra le due tifoserie, dal momento che per tutto il campionato le due compagini lottarono per il primo posto della classifica di A2. Alla fine fu la Viola ad essere promossa direttamente ma anche Montecatini, che in stagione regolare superò comunque la Panasonic sia a Reggio che in casa, raggiunse la A1 ai playoff. Nel ’92-’93 e nel ’93-’94 la Viola viene eliminata per due volte ai quarti di finale dei play-off scudetto e nella seconda occasione, col nuovo marchio Pfizer, elimina agli ottavi proprio la Bialetti dell’ex Bob Lock e Chris McNealy. Nel ’94-’95, poi, la Panapesca è ultima e retrocede in A2 e nei tre anni successivi le strade delle due squadre si separano. La sfida torna, più intensa che mai, nella stagione 1998/1999 quando la Viola di Gaetano Gebbia è in A2. E’ il primo anno di Manu Ginobili in maglia neroarancio ma l’allora Snai Montecatini, che ritrova in quella stagione il figliol prodigo Niccolai, è una super potenza e sale direttamente in A1 con 4 giornate di anticipo.La Viola non è da meno e, seppur ai playoff, supera in finale la Fila Biella e viene promossa in A1.Nel 1999-2000 Montecatini vince entrambe le gare di regular season contro i reggini. E’ la stagione targata Zucchetti, che rappresenta il top di sempre perMontecatini, che ottiene il quinto posto in stagione regolare nel massimo campionato e la qualificazione alla Korac.I rossoblù sono una corazzata, avendo sotto canestro l’americano ex Nba Slater ed i nazionali Chiacig e Monti. Ancora meglio fanno gli juniores di coach Finelli , che vincono il titolo italiano proprio a Reggio Calabria: di quella compagine fanno parte, tra gli altri, Giachetti, Garri, Cotani, Perego e Banti. La Viola di Gebbia non è da meno e trascinata da Manu Ginobili e Ale Montecchia raggiunge nuovamente i quarti di finale dei playoff e viene eliminata solo a gara 5 dalla Kinder Bologna.Il campionato 2000-2001 è quello che conserva gli ultimi ricordi di sfide tra le due squadre. La Viola nel 2011:Capolista viva e rampante.La Liomatic della nuova gestione targata Muscolino vuole riportare il grande basket al Sud.La vetta della classifica sta portando entusiasmo ad un gruppo che è attualmente in vetta alla classifica del difficile Girone D della Serie B e proverà ad arrivare in queste condizioni anche in primavera, quando, le migliori otto formazioni del girone si contenderanno l’ambita ed unica promozione in A dei Dilettanti.I reggini sono allenati da una delle figure più importanti del basket italiano giocato, quell’Alessandro Fantozzi livornese doc che arriverà a Montecatini con una voglia estrema di vincere.Il roster sarà composto da Stefano Zampogna nel ruolo di playmaker, dalle guardie argentine Ricci e Degregori, dagli under Mobilia,Padova e De Marco, il veterano con un passato in Serie A Massimo Ruggeri, il capitano ex compagno di Ginobili proprio alla Viola Seby Grasso passando per il “Jumper Lorenzetti” affiancato al miglior centro della categoria  Domus Dj Dalfini.Una bella vetrina per i reggini che nella prima uscita giorno 18 Marzo affronteranno la Zepa Marostica formazione in forza al girone B della B dei Dilettanti attualmente seconda nel ranking con un roster giovane e promettente.La Location:Il campo principale sarà il Pala Terme, mentre il secondo campo sarà comunicato in prossimità dell’evento, unitamente alle manifestazioni collaterali.

Ecco gli accoppiamenti:

FINAL EIGHT Serie B Dilettanti

Quarti di finale – Venerdì 18/03/2010

Gara 1B: ore 15.00 A.D. Bk Santarcangelo Sant’Arcangelo di Romagna – Abc Utensili Varese

Gara 2B: ore 17.00 Tirreno Power Vado Ligure – A.S.D. Stella Azzurra Roma

Gara 3B: ore 19,00 Bls Chieti – Molisana Trasporti Campobasso

Gara 4B: ore 21.00 Liomatic Reggio Calabria – Zepa Marostica

Semifinali – Sabato 19/03/2011

Gara 5B: ore 15.00 vincente gara 1B – vincente gara 2B

Gara 6B: ore 17.00 vincente gara 3B – vincente gara 4B

Finale – Domenica 20/03/11

Gara 7B: ore 15 vincente gara 5B – vincente gara 6B

Articolo di Giovanni Mafrici e Nino Romeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons