INTERVISTA AL COACH FABIO CORBANI (VIRTUS ROMA)

di Giovanni Mafrici – Dal lungomare di Reggio Calabria, ecco le parole del tecnico dei giallo-rossi:”L’abbraccio a Marco Laganà? Sembrava un gesto fraterno ma lo vorrei uccidere. Sognavo di regalargli la regia della Virtus. Roma sarà un po diversa rispetto alla passata stagione.

 

Eurobasket? Quintetto importante e di grande esperienza: non si può nascondere. L’impressione è che ci sia una disponibilità economica maggiore. Noi siamo rimasti un po’ fermi ma stiamo cercando di recuperare.

 

Sandri a Siena? Grave perdita, spero di ritrovarlo il prima possibile.

 

Il roster della Viola? Squadra profonda con un giusto mix di giovani ed esperti. Fabi e Baldassarre sono due punti fermi. Caroti è un giocatore emergente e troverà dietro Marco Passera che a mio avviso è l’atleta ideale per la crescita del giovane play.

 

Gallinari? Il nostro è un gioco di contatti, non c’è una rete in mezzo. Fa parte delle caratteristiche dei giocatori che gli permettono di fare una grande carriera. Danilo ha sempre avuto un animo pugnandi molto forte.”.

 

Tonino Raffa? Esempio per tutti i compagni con un rispetto del Coach sopra ogni cosa.

[wpdevart_youtube]YvevEBD5Wvo[/wpdevart_youtube]

 

Show Buttons
Hide Buttons