Italia Under 20:Pronto riscatto

 

 

“Sapevamo che sarebbe stata una partita importantissima – attacca coach Sacripanti dopo la bellissima vittoria contro la Lituania – e all’inizio abbiamo sentito forse troppo la tensione. Il pronostico poteva già essere scritto ma noi, con la nostra forza di volontà e le nostre qualità siamo riusciti a ribaltarlo e a prenderci una vittoria davvero pesante”.

E’ prontissimo il riscatto della Nazionale Under 20 impegnata all’Europeo di categoria. Gli Azzurri hanno fatto tesoro della sconfitta all’esordio contro la Slovenia e hanno centrato una vittoria contro la Lituania (89-82) che può rivelarsi determinante per il passaggio del turno.

Nonostante l’inizio in salita gli Azzurri hanno trovato la forza di prendere in mano le redini di un match molto delicato, guidati anche dalla mano caldissima di un super Marco Ceron, autore di una prova superlativa fatta di 29 punti e tanta, tantissima sostanza.

“L’avvio non è stato dei migliori – continua il coach – perché dopo aver perso all’esordio non potevamo permetterci ulteriori passi falsi. Qualcuno ha tradotto questa tensione in eccessiva aggressività, qualcuno ha sentito troppo l’emozione. Ma poi strada facendo ci siamo sciolti e con qualche accorgimento siamo ritornati dentro il match andandolo poi a vincere. Difesa aggressiva e buone percentuali da tre e ai liberi: queste le chiavi di una gara molto dura”.

Sconfitti dalla Slovenia, è vero, ma rimane una prestazione che il coach sottolinea: “Contro gli sloveni abbiamo fatto una gara di altissimo livello. Non era facile giocare in un clima così, con tutto il tifo contro in un palazzetto caldissimo e soprattutto contro una squadra fortissima. I ragazzi sono rimasti in campo molto bene e questo è un ottimo segnale. Ora vogliamo vincere contro la Svezia per non vanificare la prestazione contro la Lituania”.

Conosciamo bene gli svedesi, che all’esordio hanno perso dalla Lituania. Il loro buonissimo attacco è formato, tra gli altri, da Viktor Gaddefors e Jonathan Person, entrambi in forza alla Virtus Bologna. Ci terranno a fare bella figura e vorranno portare a casa l’intera posta: “Il loro talento in avanti – spiega Sacripanti – non è secondo a nessuno. Mancano forse in durezza difensiva e nelle rotazioni ma davanti giocano con una leggerezza incredibile e possono far male. Noi non vogliamo sciupare quanto fatto in questa seconda partita”.

Inevitabile andare con la mente alla storica medaglia d’Argento dello scorso anno: “Questi ragazzi – commenta il coach – si portano addosso un’eredità morale pesantissima e credetemi che non è semplice giocare in questo modo. Le assenze di Gentile, Della Valle, Gaspardo, Lombardi e Viglianisi, solo per citarne alcuni, non sono facili da accettare ma questo gruppo ha qualità incredibili e tanta voglia di migliorare quel 12esimo posto Under 18 ottenuto in questa annata. Non vogliamo ne dobbiamo correre. Il primo obiettivo è entrare nelle prime 12…poi penseremo partita dopo partita come sempre”.

Un successo prestigioso dunque che rilancia le ambizioni dell’Italia, chiamata sabato a battere la Svezia per accedere senza problemi alla seconda fase. Palla a due alle 18.30.

Il tabellino
Italia-Lituania 89-82 (15-24, 23-15, 29-19, 22-24)
Italia: Trani 7, Tourè, Tessitori 15, Saccaggi 2, Parrillo, Mian, Laganà 11, Ceron 29, Spizzichini 7, Abass 5, Cefarelli 5, Cicognani 8. All: Sacripanti
Lituania: Vaitiekunas, Pukis 2, Aniulis, Ulanovas 23, Redikas 11, Giedraitis 2, Mockevicius 3, Sabonis, Skucas 13, Cizauskas 15, Jakstas, Butkevicius 13

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons