JESI-OMEGNA QUESTA SERA LA SFIDA DEFINITIVA DELLA SERIE

Tempo di PlayOut: chi perde affronterà la Virtus Roma nella finale decisiva per evitare la Serie B

Serie infinita ed appassionante.

Il due a due tra Jesi ed Omegna dimostra quanto sia imprevedibile questo PlayOut che, dall’altra parte del tabellone ha visto cedere il passo alla favorita Roma contro Recanati.

Chi perderà la sfida di questa sera affronterà i capitolini senza avere i favori del fattore campo.

Omegna senza Smith, Jesi proverà a far valere il fattore campo.

Mercoledì 11 maggio, ore 20.30

Jesi: Betulline-Paffoni Omegna (Serie: 2-2)

BETULLINE JESI – PAFFONI OMEGNA

Dove: UBI BPA Sport Center, Jesi (An)

Quando: mercoledì 11 maggio, 20.30

Arbitri: Grigioni, Perciavalle, Caruso

Serie: 2-2

In diretta su LNP TV Pass: https://tvpass.legapallacanestro.com/index.php/2016/05/03/aurora-jesi-vs-paffoni-omegna-3/?lang=it

QUI JESI

Damiano Cagnazzo (allenatore) – “In gara 4 è mancata la capacità di continuare a giocare insieme nei momenti difficili; questo aspetto ha caratterizzato negativamente sia le nostre percentuali in attacco ma soprattutto la nostra aggressività e determinazione in difesa, permettendo a loro di avere un vantaggio  rassicurante dall’inizio che li ha poi portati a giocare con fiducia e consapevolezza per tutta la gara, anche nel momento della reazione che abbiamo tentato nel finale. Gara 5 sarà diversa da tutte le altre, sarà dentro o fuori per entrambe le squadre e credo che questo aspetto sia determinante nell’approccio alla partita; dovremo avere come obiettivo quello di giocare insieme ed esaltarci nei momenti positivi, rimanendo insieme e provando a risolvere i problemi come squadra e non individualmente nei momenti difficili”. Note – Stanchezza dei viaggi a parte, tutti i giocatori sono disponibili per Gara 5.

Media – Sarà possibile seguire la gara in diretta nel portale LNP TV Pass, il servizio online di trasmissione in streaming delle partite del campionato di A2, acquistabile in abbonamento.

QUI OMEGNA

Filippo Faina (allenatore): “Se l’impegno era difficile prima, lo è ancora di più adesso. Sicuramente non è proibitivo, nel senso che arrivati a questo punto le squadre si conoscono a menadito e quindi sarà proprio una battaglia all’ultimo sangue per evitare l’ultimo turno dei playout. Noi ci sentiamo pronti: è noto che andremo a Jesi in una situazione menomata ed ormai è tutta la serie che giochiamo con la squadra non al completo, ma non ci siamo mai spaventati e non ci spaventeremo neanche questa volta. Tra gli aspetti che possono fare la differenza secondo me il fatto che adesso abbiamo quasi impattato la situazione sotto i tabelloni potrebbe essere determinante alla fine del risultato finale”.

Show Buttons
Hide Buttons