Jolly vittoria importantissima

 

 

Buona la prima (della fase ad orologio) per la Nuova Jolly, che al termine di una gara maschia e combattuta, riesce a spuntarla sui ‘cugini’ della Cestistica Gioiese. 62-55 reciterà il tabellone luminoso a fine partita, per una vittoria che equivale ad un altro importante passo di avvicinamento verso la salvezza.

Primi due quarti saldamente in mano dei nero arancio di coach Barbuto (oggi in divisa bianca), che subiscono poi il recupero degli altri nero arancio, di coach Motta, i quali si riavvicinano già alla fine del terzo periodo. All’avvio degli ultimi 10’, Gioia Tauro arriva anche a -3 ed è proprio qui che la Jolly tira fuori un carattere ed una maturità che ci sono sempre stati, ma che a volte hanno tardato a farsi vedere. Si torna sul +10 a 5’ dal termine e nell’economia della partita peserà tantissimo una doppia giocata di Claudio Vozza, il quale effettua un recupero con canestro più fallo e poi una tripla importantissima. Ospiti che si riavvicinano ulteriormente guidati dai canestri di Genovese e Viglianisi, ma non è abbastanza per riuscire nella rimonta.

Grande prova del collettivo dei jollyni, guidati dai canestri di Riccardo Costa e capitan Tramonanta. Insieme a loro, tutti gli elementi che hanno portato il proprio contributo alla causa. La testa, ora, è già proiettata alla trasferta di Marsala.

Di seguito ecco il commento ‘a caldo’ del coach Antonio Barbuto:

Antonio Barbuto (allenatore Nuova Jolly)- “Era una partita che dovevamo vincere assolutamente per aggiungere un altro mattoncino importante per la nostra salvezza. Una gara combattuta e che sapevamo essere difficile. Si, nei primi due quarti abbiamo giocato molto bene. Il rientro di Gioia Tauro? Credo sia stato favorito anche dal cambio di metro di giudizio degli arbitri, che hanno lasciato correre un po’ troppo sui contatti corpo a corpo. Cosa ci ha consentito di vincere? Stavolta siamo riusciti a dimostrare che quando rimaniamo tranquilli e concentrati e giochiamo di squadra, ci riesce di fare tutto. Non riesco ad elogiare un singolo ma devo guardare tutto il collettivo che ha davvero offerto una bella prova, figlia di un lavoro settimanale svolto con grande applicazione. Il futuro? Adesso c’è da affrontare Marsala, dove speriamo di ‘vendicare’ la sconfitta subita qualche settimana fa. Una sconfitta che a mio giudizio ci è costasta il 6° posto. A questo dobbiamo aggiungere che bisogna necessariamente riuscire a togliere quel brutto zero alla voce ‘vittorie in trasferta’. Anche questo, nell’arco della stagione disputata sin qui, è stato un fattore importante.  Speriamo sia arrivato il nostro momento di riscattarci anche lontano dalle mura amiche”.

Fabrizio Cantarella – Uff. Stampa Nuova Jolly Basket –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons