Jolly,quarto stop in campionato

 

 

Non era assolutamente facile battere la resistenza del forte quintetto della Gaudium, starting five voglioso di riscatto dopo l’inaspettato stop interno contro la Planet Catanzaro.

Il quintetto di Tiziano Tarquini gioca una gara seria e compatta per quasi due quarti.

L’uscita prematura per falli di capitan Tramontana libera la strada verso il successo ospite.Dal quindicesimo in poi la musica cambia.

Il break “pesante”lo firmano le triple di Manzo,Festino e Barbuto.

In difesa Coach Ceccato azzecca la mossa passando a zona e mettendo in crisi le trame offensive dei locali,apparsi sicuramente sottotono rispetto alle precedenti uscite.

Da salvare in casa Jolly c’è tutta l’energia dell’ala grande Venuto.Tutto il resto è da rivedere al più presto in vista dell’imminente scontro diretto salvezza di sabato prossimo contro la Cestistica Gioiese.

Per il Canicattì piovono altri due punti sempre sullo stesso impianto:dal Centro Viola l’Mvp ai punti sarà Gaetano Festino.

 

Di seguito le dichiarazioni rilasciate dal  Tiziano Tarquini all’Ufficio Stampa Nuova Jolly “Ci eravamo prefissati determinate cose che però, non so come mai, non siamo riusciti a riportare sul campo. Forse per un blocco mentale. Ci siamo persi soprattutto negli ultimi 5 minuti del secondo periodo, subendo un break di 0-12 ed alla fine non c’è stata la forza per reagire. 43 punti nei primi dieci minuti sono davvero troppi, è un qualcosa che non possiamo concederci. Nello spogliatoio ci siamo ricompattati e siamo ritornati in campo con una mentalità differente, come testimoniano i 33 punti subiti. In attacco, seppure con confusione, abbiamo girato con maggiore fluidità e con voglia di fare la partita. Grazie alla difesa stavamo tenendo bene ma alla lunga è mancata, ripeto, la forza per ricucire quello scarto di 12 punti che si era accumulato.

 

Bisogna che valutiamo con i ragazzi anche le cose positive perché può essere un aiuto morale e mentale. Sono contento a tal proposito per la prestazione di Riccardo Costa, autore di una prestazione sostanziosa ed a sprazzi da giocatore importante. Partita di intensità anche di Claudio Vozza, che ha fatto bene in difesa. Ci abbiamo provato però dobbiamo arrivare a giocare tutti e cinque allo stesso livello. È quello che ci manca. Sono contento inoltre per il recupero di Dario Costa ed anche per la prestazione di Gangarossa che, nonostante non sia stato bene in settimana, è riuscito comunque a scendere in campo.

 

Canicattì? Forse la squadra più forte di quelle che abbiamo affrontato sinora. Ci hanno sempre punito successivamente ai nostri errori; giravano la palla con una fluidità che rendeva difficile l’aggressione difensiva; in difesa si sono schierati a zona e noi abbiamo si preso dei tiri, purtroppo però ci stà anche sbagliarli. L’importante è però costruire un tiro facile. Probabilmente se nei primi due quarti avessimo avuto più fiducia, gli altri due quarti ce la saremmo giocata al meglio”.

 

 

Nuova Jolly Reggio C. – Gaudium Basket Canicattì 65-76

(18-22, 11-21, 14-15, 22-18)

Nuova Jolly:Venuto 9,Costa R 13,Vozza 9,Tramontana 17,Rizzo,Costa D.4,Gangarossa 6,Suraci 7,Federico,V.Costa.All Tarquini

Canicattì:Festino 16,German 9,Manzo 19,Carcano 10,Barbaro 9,Strazzera 4,Canzonieri 3,Sgrò 6,Giarruso,Bonetti.All Ceccato

Arbitri Lillo Denny di Brindisi e Pierluigi Marzo di Lecce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons