KEION THE BOMB

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/gR4AFdvmaN8″ frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

Keion, una grande vittoria, 24 punti ed 11 rimbalzi per te, probabilmente la tua migliore prestazione offensiva e difensiva ma tutta la squadra ha giocato bene questa sera. Non benissimo nel primo tempo ma nel secondo tempo la squadra ha dato vita ad una grande prestazione.

BELL: “Sì, anche nel primo tempo abbiamo giocato bene ma abbiamo in effetti mancato molte opportunità, in una partita ci sono possono essere break importanti, noi abbiamo cercato allora di fermare il loro momento positivo applicandoci di più in difesa.”

Cosa è successo negli ultimi 30 secondi?

BELL: “Probabilmente abbiamo pensato che avremmo subìto dei falli per poi finire bene il match ed eravamo concentrati sul fallo che ci avrebbero potuto fare o addirittura già concentrati sui tiri liberi prima ancora che loro ci facessero fallo”.

Una prestazione poco brillante ai tiri liberi da parte di tutta la squadra

BELL: “Davvero, guarda, non so… stavano per andare dentro e poi uscivano e continuava così… quando va così credo ci sia davvero poco da allenare… purtroppo a volte va così.”

Ora dobbiamo puntare ad una vittoria in trasferta

BELL: “In qualsiasi sport, si dice che per essere una squadra “da trasferta” devi essere una squadra che giochi meglio fuori di quando gioca in casa. Credo che la differenza tra vittorie in casa ed in trasferta sia quella di lavorare di più e meglio sui dettagli; quando arriveremo ad attaccare e difendere al meglio arriverà anche una vittoria in trasferta.”

E’ la terza partita in cui giochi molto bene. Le difficoltà iniziali sono superate?

BELL: “Semplicemente ora mi sento a mio agio. Questa è la cosa più importante nel basket, devi cercare di arrivare a questo livello per far bene. Quando sono arrivato qui mi sentivo un po’ estraneo, ora invece mi sento a casa. Mi sento sempre più a mio agio e non è così solo per me ma per tutti.”

Ti abbiamo visto caricarti e caricare il pubblico battendo le mani durante il match. E’ sicuramente importante per te questo feeling ed abbiamo anche apprezzato la crescita nell’attitudine difensiva rispetto ad inizio campionato quando avevi qualche difficoltà con l’ambientamento al basket italiano.

BELL: “Sì difensivamente il basket americano è un po’ diverso, ad inizio stagione vedevo già tante possibilità di andare a rubar palla e fare un recupero ma o non era nelle mie rotazioni difensive o non ero ancora a mio agio, ora mi sento dentro la squadra, conosco le regole difensive che seguiamo e mi sento molto più a mio agio, so quando posso andare a rimbalzo, quando posso rubar palla ecc… come dicevo, all’inizio non ero semplicemente a mio agio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons