KO VIOLA, CHIETI SPEGNE L’ENTUSIASMO NEROARANCIO E PAREGGIA LA SERIE

di Nino Romeo – I neroarancio non concedono il bis in Abruzzo e la serie è sull’1-1. Per gli uomini di coach Bartocci è decisivo il parziale di 16-0 ad inizio di secondo quarto.

CHIETI – La Viola non concede il bis al PalaTricalle e cade sotto i colpi di una Proger Chieti che è riuscita a portare a casa una vittoria fondamentale per tenere viva la serie al termine di una gara giocata molto meglio di gara 1 da parte degli uomini di coach Bartocci. Fondamentale l’apporto del nucleo italiano in casa teatina che, coadiuvato dal solito contributo offensivo di Trae Golden (26 punti per lui), ha costituito la vera chiave della gara.

Dall’altra parte è risultata fatale per i neroarancio la prima metà del secondo quarto; i reggini non sono riusciti a giocare l’intera gara con la stessa intensità di gara 1 ed hanno avuto un passaggio a vuoto decisivo, di ben cinque minuti, durante i quali la Proger ha piazzato un parziale devastante di 16-0 che si è poi rivelato decisivo per il successo finale. Vero è che i reggini hanno, comunque, reagito benissimo nella terza e quarta frazione, riportandosi più volte sotto nel punteggio (fino al -3, 71-68 a quattro minuti dal termine) ma hanno pagato alla fine l’enorme sforzo, venendo a mancare in lucidità proprio nel finale e lasciando, dunque, strada al successo della Proger.

La cronaca. Quintetti confermati dall’una e dall’altra parte. Il primo canestro di gara 2 è di Alan Voskuil in penetrazione, seguito dai canestri di Rossato e Caroti, intervallati dalla prima tripla di Golden che subito dopo bissa dai 6.75 (6-6 al 4’). E’ ancora Caroti a realizzare la tripla del 6-9 ma risponde, ancora, Golden in penetrazione (8 punti in fila per lui). La Proger sorpassa i neroarancio con una tripla di Allegretti ed è 11-9; i reggini rispondono con Rossato (11-11 al 6’). Il nuovo vantaggio ospite lo firma Voskuil con una tripla, Chieti risponde con un pick-and-roll Golden-Mortellaro e l’italo-americano firma il 13-14 al 7’.  E’ ancora un caldissimo Voskuil a bruciare la retina dai 6.75 (13-17 all’8’), Piccoli accorcia dalla lunetta ma la Viola è ancora davanti con la tripla di Powell. Ritmi altissimi come in gara 1, Chieti risponde subito dopo con Allegretti e Piccoli dai 6.75 ed è nuovo vantaggio Proger (21-20 al 9’) che costringe coach Bolignano al timeout. Si esce dal minuto di sospensione con un canestro fantastico di Fabi  per il 21-22 Viola; a 17 secondi dal termine della prima frazione arriva la tripla di Venucci dall’angolo che fissa il 24-22 con cui si chiude il primo quarto.

Pessimo avvio di seconda frazione per i neroarancio; i reggini devono fare subito i conti con una situazione falli non favorevole: Fabi costretto alla panchina dopo un fallo+tecnico, poco dopo arriva anche un antisportivo a Caroti e tutto ciò consente alla Proger di prendere fiducia ed allungare fino al +14 grazie alle triple di Venucci e Turel (36-22 al 13’). Poco dopo altra tegola in casa neroarancio con Marulli che, a seguito di un’azione difensiva, subisce un brutto colpo alla coscia ed è costretto a lasciare il parquet. Turel realizza, nel frattempo, i tiri liberi del +16 (38-22) ad alimentare ancora un break devastante di 14-0 nel secondo quarto. La Viola prova a scuotersi ma il canestro è stregato e la Proger vola ancora con Zucca (40-22 al 15’) costringendo coach Bolignano al timeout.  Dopo il minuto di sospensione è Voskuil  realizzare i primi tre punti del quarto per i reggini (40-25) ma la Proger non si ferma e va ancora a segno con Cate Davis (42-25 al 17’). Arriva un fallo tecnico anche contro la Proger per proteste di Zucca ma Voskuil sbaglia dalla lunetta; Lorenzo Caroti prova a scuotere i suoi con una tripla (42-28 al 17’) seguito da un libero di Voskuil, stranamente impreciso dalla linea della carità (42-29 al 18’). Torna a segnare anche Golden ed è +17 Proger (46-29 al 18’) mentre la Viola prova ad accorciare con Voskuil e Caroti dai 6.75 (46-35 al 19’). Reagisce bene Chieti con un bel movimento di uno straordinario Zucca da sotto seguito da una tripla di Golden (51-35); i neroarancio rispondono con un 2+1 di Guariglia con cui si chiude il primo tempo (51-38).

Riccardo Rossato in penetrazione apre il terzo quarto ma risponde subito Golden seguito da una schiacciata di Piccoli in contropiede (55-40 al 32’). Marshawn Powell da sotto e Voskuil riportano la Viola sul -11 (55-44 al 33’), subito dopo capitan Fabi recupera un prezioso pallone in difdesa e sul ribaltamento va a depositarlo a canestro (55-46 al 25’). La Proger trova ancora un bel canestro di Allegretti ma la Viola c’è e risponde con una tripla di Caroti (57-49 al 25’). I neroarancio hanno tre possessi in fila per riportarsi sotto ma non sfruttano l’occasione ed arriva il 4° fallo di Powell costretto al rientro in panchina. Non finisce qui però perché la difesa Viola è attenta, Chieti non trova più la via del canestro ed i neroarancio si riportano sotto con un 2+1 di un fantastico Guariglia (57-52 al 27’) che difende alla grande nell’azione successiva ma la tripla del -2 di Voskuil finisce sul ferro; è ancora Zucca (mvp dei suoi) a schiacciare a due mani ma la Viola non si ferma e capitan Fabi spara la tripla del -4 (59-55 al 29’). Ultimo minuto di pausa per i reggini e la Proger non perdona con Golden e Venucci che punisce ancora dai 6.74 (64-55). La terza frazione si chiude con un libero di Taflaj che fissa il 64-56.

E’ ancora un superbo Zucca ad aprire l’ultimo quarto con una schiacciata pazzesca che vale il +10 (66-56); risponde da sotto un ottimo Guariglia ma Turel allunga ancora dai 6.75 per il +11 (69-58). E’ ancora un fantastico Agustin Fabi (mvp neroarancio) a trascinare i suoi offensivamente e difensivamente (69-60); si fa vivo finalmente anche Powell da sotto ma Golden è sempre lì (71-62 al 34’). Altri tre punti in fila di Powell che valgono il -6 (71-65 al 35’); subito dopo è lo stesso Powell a fermare Golden lanciato in contropiede con una stoppata in modalità “LeBron James”. Altra palla magicamente recuperata da Fabi che a va realizzare il -3 (71-68 al 36’); Chieti è stanca e Golden sbaglia ancora, Fabi ha la palla della parità ma la tripla finisce sul ferro. Coach Bartocci, però, vuole fermare il break reggino e chiama timeout. Dopo il minuto di sospensione la Viola ha la palla del -1 ma Rossato sbaglia purtroppo da sotto; altra superba azione difensiva di Powell che replica la stoppata “LeBroniana” su Zucca. Giocata in alley-oop tra Golden e Davis che vale il +5 (73-68); i reggini hanno nuovamente due possessi per accorciare il gap ma sono sfortunati al tiro e Mortellaro realizza il +7 a due minuti dalla fine (75-68). Rimessa suicida dopo il timeout per i neroarancio e Golden va ad appoggiare il +9 e, poco dopo, il successivo +11 che chiude definitivamente la gara (79-68 al 39’). Caroti realizza una tripla a 40 secondi dal termine ma non basta; Chieti addormenta la gara e si chiude sull’81-71 con canestro da sotto di Mortellaro.

1-1, dunque, e serie che si trasferisce a Reggio Calabria, dove la Viola venerdì 5 (ore 20.30 PalaCalafiore) e domenica 7 (ore 20.00 PalaCalafiore) dovrà a tutti i costi conquistare le due vittorie che consentirebbero ai neroarancio di conquistare la tanto agognata salvezza. Non sarà semplice perché Chieti giocherà, sicuramente, il tutto per tutto per riportare la serie in Abruzzo; sarà decisivo l’apporto del pubblico neroarancio che dovrà gremire il PalaCalafiore facendo valere davvero quel “fattore campo” che i reggini sono stati bravissimi a ribaltare in gara 1 e che dovrà ora risultare l’arma in più per raggiungere l’obiettivo stagionale.

Nino Romeo per Reggioacanestro.com

PROGER CHIETI – VIOLA REGGIO CALABRIA 81-71

CHIETI: Golden 26, Mortellaro 6, Allegretti 8, Fallucca ne, Turel 8, Venucci 14, Piccoli 7, Zucca 8, Sergio, Davis 4. Coach: Bartocci

VIOLA: Taflaj 1, Caroti 17, Fabi 12, Rossato 6 , Ciccarello ne, Guariglia 8, Guaccio, Voskuil  17, Marino ne, Marulli, Powell 10, Babilodze ne. Coach: Bolignano

ARBITRI: Giulio Pepponi di Spello (PG) – Claudio Di Toro di Perugia (PG) – Stefano Wassermann di Trieste (TS)

PARZIALI: 24-22; 51-38; 64-56;

Show Buttons
Hide Buttons