Kobe si o Kobe no, l’Italia freme

 

 

Prima le avversità di alcune formazioni di Lega A con conseguenti dichiarazioni shock di Ceccho Vescovi e Daniel Hackett.Poi la complicazione del calendario che tra turni di riposo e gare esterne voleva la Virtus calcare troppe poche volte il parquet di casa nelle prime sessioni di campionato.

Adesso, ad opporsi al trasferimento in Italia dell’asso di La ci pensano poure alcuni impegni “imprevisti” del giocatore.

Ecco una nota divulgata dalla società bolognese:A seguito dell’ennesimo contatto intercorso con Rob Pelinka, agente di Kobe Bryant, Virtus Pallacanestro prende atto dell’impossibilità del giocatore, causa impegni imprevisti, di accettare le proposte avanzate per il 27-31 ottobre e 1 novembre. La società, ringraziando Rob Pelinka per la disponibilità e la professionalità accordata, precisa che le parti continueranno a lavorare per definire l’arrivo di Kobe Bryant in Italia per la metà di novembre.

 

Dunque, probabilmente i sogni di Black Mamba sono ufficialmente terminati o dobbiamo aspettarci qualche colpo di scena?

Gli  stake-holders calabresi volentieri sono avvertiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons