LA FIP SICILIA RIPARTE DA QUI:CORRENTI RINGRAZIA E PRECISA

Dopo l’elezione, il Presidente del Comitato Regionale Fip Sicilia ringrazia e precisa.Ecco la sua nota

Ringraziamenti e precisazioni

Dopo avere smaltito l’adrenalina e la pressione dell’elezione, vorrei ringraziare pubblicamente:
• quanti sin da subito hanno proposto la candidatura della sottoscritta e della mia squadra;
• quanti pur avendo speso parole di grandissimo apprezzamento sul mio operato da presidente e poi da commissario alla fine hanno espresso la preferenza per Cinzia Savoca e per la sua squadra,
• quanti sin da subito hanno espresso in vario modo il loro non gradimento verso la mia candidatura.
Ognuno di loro ha impreziosito il mio bagaglio personale, rendendomi una persona più forte, consapevole e disincantata.
Alla mia famiglia prometto di tornare a dedicarle il tempo che merita ringraziando Dio che i tempi di impegno straordinario siano finiti e che da oggi, finalmente, possa contare sulla collaborazione ordinaria di tutti.
Ringrazio il vice presidente vicario del Coni regionale, dott. Enzo Falzone, per la disponibilità dimostrata nei confronti del movimento cestistico siciliano nella qualità di presidente dell’assemblea elettiva regionale, l’avv. Carlo di Giorgio, il dott. Valerio Marino e il sig. Dario Dragna, rispettivamente vice presidente, segretario e vice segretario dell’assemblea.
Una grazie alla commissione verifica poteri presieduta dall.avv. Irene Aliquò, con componenti Agatino Cundari, Giuseppe Gargagliano e Fausto Chirizzi, che con professionalità e competenza ha consentito l’ottima organizzazione dell’assemblea regionale.

Il periodo pre-elettorale è solitamente un periodo particolarmente turbolento, dove il principale obiettivo è ottenere il consenso delle società, a volte impostando l’interlocuzione non su aspetti programmatici ma deviando l’attenzione su presunti scandali.
Oggi, terminata la campagna elettorale, e iniziando un nuovo percorso, mi preme chiarire alcuni punti:
1- Con delibera del consiglio federale del 07 dicembre si disponeva il termine ultimo del 31 gennaio 2022 per lo svolgimento dell’assemblea straordinaria elettiva e quale termine per la fine del periodo di commissariamento;
2- Con successiva comunicazione la segreteria generale informava il comitato della modifica del R.O. che disponeva la convocazione dell’assemblea 30 giorni prima dello svolgimento della stessa;
3- Le elezioni sono state convocate il 23 dicembre in quanto la lista delle aventi diritto alla partecipazione all’assemblea è pervenuta in comitato dagli uffici centrali, dopo il necessario controllo preventivo, il 23 dicembre alle ore 17 circa;
4- La disponibilità dell’impianto Polivalente, luogo di svolgimento dell’assemblea elettiva, unicamente per la giornata del 23 gennaio 2022 era già stata comunicata agli uffici centrali;
5- All’assemblea elettiva svoltasi il 06 settembre 2020 il numero delle affiliate era pari a 175, di cui 133 aventi diritto, pari al 76%;
6- All’assemblea elettiva svoltasi il 23 gennaio 2022 il numero delle affiliate era pari a 175, di cui 90 aventi diritto, pari al 52%;
7- La differenza tra le aventi diritto all’assemblea 2020/2021 e le aventi diritto 2021/2022, è meno 24%;
8- Secondo una testata giornalistica on line le società non inserite non risultano essere “vicine” al commissario attuale; per quanto di mia diretta conoscenza diverse società tra quelle non inserite (che non hanno proposto ricorso) avevano manifestato palesemente il gradimento per il mio operato;
9- Non tutte le squadre che hanno proposto ricorso sono state riammesse alla partecipazione all’assemblea;
10- E’ stato proposto un ricorso avverso l’inserimento tra le aventi diritto delle società iscritte unicamente al campionato esordienti (poi non organizzato) da parte di alcune affiliate;
11- Il suddetto ricorso è stato notificato soltanto a 7 società, tra quelle unicamente iscritte al campionato esordienti, 6 delle quali erano presenti nelle 50 proposte di candidatura della sottoscritta;
12- Delle rimanenti quattro squadre, soltanto ad una è stato notificato il ricorso, dimenticando di notificarlo alle altre società che, guarda caso, non rientravano nelle 50 proposte di candidatura della sottoscritta;
13- La sottoscritta al termine delle elezioni ha ricevuto 50 voti;
14- Le stesse affiliate hanno proposto un infondato ricorso richiedendo la sospensione/annullamento dell’assemblea elettiva.
15- Tutti i ricorsi (ad eccezione di uno) non sono mai stati notificati dalle parti al comitato regionale ma soltanto alla segreteria generale, nella qualità di contro-interessata;
Ritenevo giusto e doveroso chiarire questi punti dopo il polverone mediatico di cui sono stata oggetto, e nella speranza di essere stata esaustiva confermo la piena disponibilità mia e di tutto il consiglio direttivo verso le 175 società affiliate.

Il Presidente del comitato regionale
Mariacristina Correnti

Show Buttons
Hide Buttons