La Gioiese crede nel suo capitano

Obiettivo confermare il trend stagionale.Ce la potete fare?

Sicuramente il nostro obiettivo è quello di vincere il campionato, ma sappiamo benissimo che ogni finale è sempre una sfida all’ultimo canestro!!!..quindi speriamo di farcela… 

E’ cambiato qualcosa dopo la partenza di Mermolia.Siete più vulnerabili o non ci sarà storia?

 

 

La partenza di Mermolia chiaramente ha creato qualche problema,cambiando un po l’assetto della squadra,ma comunque sia, anche dopo la sua partenza la squadra ha continuato a fare bene,vincere e convincere,inoltre i giovani hanno acquisito più sicurezza,più minutaggio e il gruppo si è rivelato più unito di prima,quindi credo che tutta la squadra sia pronta a firmare un’altra pagina importante per la città di Gioia Tauro.

Pate,Genovese,Romeo e Coach Latella.La base della Gioiese che trionfò qualche stagione fa c’è tutta.Quanto conta il fattore psicologico in gare come questa?

Il fattore psicologico è quasi determinante, la concentrazione, l’esperienza, gli stimoli, sono alcuni degli elementi fondamentali necessari al raggiungimento dell’obiettivo,ma non conta solo questo,per vincere un campionato c’è bisogno anche di altri fattori.

 

Villa può stupire a tuo avviso?

Certo,Villa è una buona squadra,ben gestita e allenata dal Coach Dattola,sicuramente farà di tutto per stupire e sorprendere,soprattutto in casa,toccherà a noi far sì che ciò non accada.

L’ago della bilancia della sfida?

L’ago della bilancia secondo me, sarà la nostra voglia di conquistare l’ennesima promozione,credo molto in questo gruppo e nel modo in cui giochiamo a pallacanestro,ma come è successo “giustamente” durante l’anno a volte abbiamo avuto qualche calo di concentrazione,”sfumando” un pò le nostre prestazioni…beh in una finale non puoi permetterti di avere questi cali.

 

Quanto è cambiata la C Regionale dai tempi di Laguzzi e Scarpa ad ora?

Penso che il livello della C Regionale sia un po sceso rispetto alle precedenti annate.Chiaramente glieccessivi costi di gestione hanno un po condizionato alcune società, che non trovano risorse per affrontare al meglio questo tipo di campionato. Fortunatamente mi trovo in una società dove riescono ad investire e a creare delle squadre potenzialmente fortissime!
Ma attenzione non per forza la qualità o il cambiamento del campionato deve essere misurata in base agli stranieri che vi giocano,proprio Villa ad esempio non ne ha, eppure,ripeto è un ottima squadra.Credo che in un contesto di campionati precedenti avrebbe comunque ben figurato nelle prime posizioni della classifica…ma dei livelli,costi,gestioni ecc…ci sarebbe da fare un discorso molto lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons