La Jbl fa il bis,parla Ivan Grattà

 

 

Sinceramente gioco solo per vincere e qualsiasi gara l’affronto sempre con una voglia pazzesca di vittoria, cerco di dare sempre il massimo e l’unico obiettivo e che la mia squadra vinca. Senza pivot, tranne che con la Gioiese e la Vis, ce la siamo giocata con tutti e possiamo ancora crescere.

Stiamo per entrare nel vivo della stagione. Quale formazione vorresti assolutamente evitare nella corsa PlayOut e quale invece, ritieni la candidata numero uno per la retrocessione?

Onestamente qualsiasi formazione incontreremo va bene uguale; siamo capaci di battere chiunque, quando vogliamo.

Per quel che riguarda la candidata alla retrocessione penso che, essendo rimaste poche gare alla fine del campionato, sia un discorso a due tre Cap e CCB. Ancora tutto può succedere.

Tanti giovani alla Jbl. Da veterano come reputi la crescita dei tuoi più giovani amici?

La Jbl è una grande famiglia … siamo tutti uniti, dai più giovani alla 1° squadra, alla dirigenza ed allo staff tecnico che lavora alla grande, curando i particolari, per riuscire a far crescere i ragazzi che quest’anno si sono comunque messi positivamente in mostra anche in C regionale.

Ne abbiamo di veramente tanti ed alcuni, in prospettiva, sono veramente forti, ma ovviamente non posso fare nomi, posso solo dire che lo staff tecnico è altamente qualificato e dietro c’è un gran lavoro.

In conclusione voglio ringraziare Simona perché l’anno scorso mi ha accolto a braccia aperte e mi ha dato la possibilità di prolungare la mia passione di vita sul campo..

Forza JBL

Intervista di Giovanni Mafrici per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons