LA MASTRIA ACADEMY REPLICA AL COACH DELLA PALL.VIOLA MORETTI

La compagine del Patron Renato Mastria ha commentato attraverso una nota ufficiale le dichiarazioni rilasciate nel post gara dal capo allenatore della Pallacanestro Viola Supporters Trust Paolo Moretti.

Le dichiarazioni del Coach dei nero-arancio sono reperibili all’interno del seguente link https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1388057798042121&id=116123578418330, trasmesse durante il format Momenti Nero-arancio al minuto 11.49.

Il Coach ha affermato:“Non sono uno che parla tanto dell’operato degli arbitri.

Gli arbitri in queste cinque partite sono stati  sicuramente all’altezza.

Siamo in C Silver e mi rendo conto che allenatori, giocatori ed anche arbitri sono da C Silver.

Questa sera c’è stata una disparità di metro  di giudizio su tutto quello che riguarda le interpretazioni tecniche e sui contatti.

Io credo che una partita così dura e così maschia non possa determinare alla fine un divario sui tiri liberi tentati 27 a 7 per la squadra che giocava in trasferta che si è lamentata dal primo all’ultimo istante ed ha tenuto un atteggiamento antisportivo nei confronti della partita e nei confronti degli arbitri.Tutte le volte che provi ad ingannare gli arbitri li metti in difficoltà.

Io giustifico una partita purtroppo sottotono da parte degli arbitri perché non era facile da arbitrare.

Dal punto di vista della disparità credo sia una cosa da segnalare.”

 

Ecco la replica attraverso la nota ufficiale del team di casa Mastria

 

“Le dichiarazioni rilasciate nel post gara da parte di coach Moretti ci lasciano perplessi e ci inducono ad una doverosa e ferma presa di posizione per tutelare la nostra immagine, quella dei nostri giocatori e quella di una partita fantastica che non meritava di essere macchiata da un’analisi poco lucida e faziosa di un tecnico che dovrebbe essere garante del fair play e del rispetto del gioco del basket”. È quanto si legge in una nota stampa della società Mastria Academy in risposta all’intervista di fine partita di coach Moretti. “Se c’è stata una persona che ha provato a destabilizzare i due giovani e bravi arbitri – dice il presidente Renato Mastria – è stato proprio coach Moretti che forse non si aspettava di soffrire nei primi due quarti di gara ritrovandosi addirittura sotto per buona parte e sopra solo un di due nell’intervallo lungo. Partita poi vinta con merito dai suoi, al termine di un match di categoria superiore dentro e fuori dal parquet. Farebbe bene coach Moretti”- prosegue Mastria- “ad essere onesto moralmente e intellettualmente ed ammettere che l’unico scorretto è stato lui, forse perché non pronto ad accettare confronto pari in categorie che non gli appartengono ma che purtroppo oggi lo vedono protagonista. Non permettiamo al coach di infangare il nostro nome e di rovesciare completamente la medaglia, puntando il dito sui nostri tesserati che invece hanno solo subito esattamente tutto quello di cui il coach ci colpevolizza. Lo dimostra il fatto che è stato lui a subire l’unica chiamata del ‘tecnico’ da parte degli arbitri.
Non permettiamo a nessuno di accerchiare e minacciare i nostri giocatori, ragazzi giovani e pieni di valori, in particolare verso un nostro giocatore che al suono della sirena ha dovuto raccogliere le provocazioni e minacce del coach reggino che, anziché dare l’esempio, ha preferito ribadirgli che se fosse stato un giocatore si sarebbe fatto rispettare in campo con metodi poco sportivi. Se coach Moretti aveva intenzione di fare lezioni di sportività e fair play adottando meschine tattiche di comunicazione speculando sul suo nome, ha sbagliato bersaglio. Non si azzardi a tentare di guastare lo spettacolo del basket calabrese in C silver e il rispetto e i valori del nostro sodalizio. Un bagno di umiltà e un corso di coerenza valgono più di 23 punti di distacco che accettiamo perché frutto del campo. Da parte della nostra società – conclude Mastria – non ci saranno ulteriori repliche e chiarimenti in merito all’accaduto perchè in fondo le brutte azioni , così come le false accuse, rimangono nell’animo di che le commette e non di chi le riceve . Non ci resta che fare onesti e sinceri complimenti alla società Viola che ha messo in piedi un roster di primissimo livello dimostrando serietà, competenza e professionalità e per questo li ringraziamo”.

Show Buttons
Hide Buttons