La Planet vuole i piani alti di classifica

Nello scorso fine settimana la compagine molisana ha avuto la meglio sugli avversari ultimi in classifica ma sul campo capaci di smentire il punteggio poco edificante che li vede al momento ultimi a zero punti.

 

Venafro vince ma senza dominare la partita mantenuta sotto controllo grazie all’abilità di coach Mascio che pesca dalla panchina le soluzioni più utili alla sua squadra. In evidenza la prestazione del giovanissimo Minchella 20enne del vivaio molisano protagonista di un’ottima gara a testimonianza del lavoro fatto a favore della crescita degli atleti locali. Secondo posto in condominio ad 8 punti per Taranto e Benevento, entrambe sconfitte nell’ultima giornata. Sconfitta sul filo di lana per la Libertas che perde per un solo punto contro la Delta Basket Salerno; uno scossone che pesa ai tarantini che soffronotroppo in fase offensiva.

Al terzo posto in graduatoria un tris di squadre Monte Pocida, Napoli e la Planet Basket Catanzaro reduce da una splendida vittoria in casa. La squadra del presidente Felice Saladini affronterà proprio il Napoli giocandosi la possibilità fuori casa di guadagnare terreno in classifica lasciandosi dietro un altro avversario.

La Planet è chiamata a invertire la rotta che fuori casa fino ad ora l’ha vista sempre sconfitta. Da parte di coach Tunno arriva la valutazione di una squadra in crescita che inizia a rodare i meccanismi di gioco. La ricerca di un efficace assetto che riesca a coniugare giovani promesse e nomi blasonati del basket sta iniziando a dare i suoi frutti, sia dal punto di vista tattico che per quanto riguarda la personalità della squadra.

Pedina su cui punta molto la Planet è Antonio Pate che nonostante l’età che supera abbondantemente i 30 anni ha dimostrato grinta e forza fisica di un giovanissimo divenendo presto esempio e insieme riferimento per tutto il gruppo.

Dopo settimane di problemi fisici, per la Planet arriva anche la buona notizia di un’infermeria che lascia libero capitan. Grande attesa quindi sull’incontro di Napoli per misurare le ambizioni di una compagine che può puntare molto in alto. Per il resto un gruppo di squadre a 4 punti in una classifica che si divide in due tronconi piuttosto netti. “Avevamo previsto che il nostro girone sarebbe stato uno dei più difficili – afferma il dg Salvatore Procopio – e tale sicuramente si sta rivelando. La cosa comporta un grande sforzo da parte nostra per essere competitivi, ma anche spettacolo ed emozioni in campo. Intanto a Catanzaro ci si avvicina sempre di più ad una squadra che ben comunica con i tifosi e che ha già catalizzato l’attenzione dei media regionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons