LA REMER TREVIGLIO AI RAGGI X

Jj Frazier ha completamente cambiato il volto del team di Coach Vertemati che adesso vuole il PlayOff. Treviglio – Viola si gioca questa sera alle ore 21.

Clamorosamente in corsa per i PlayOff dopo tante gare pianificate a posteriori e dopo la beffa nero-arancio in classifica con un meno trentaquattro che ha trasportato i reggini forzatamente dal quarto posto all’ultimo del ranking.

La Viola gioca al PalaFacchetti di Treviglio, scenario che nella passata stagione consentì ai nero-arancio allenati da Domenico Bolignano (super la sua stagione a Valsesia in B in questa annata agonistica ndr) di conquistare due punti fondamentali per volare la PlayOut.

Oggi alle ore 21 i reggini “senza paura” giocano sul campo di una Remer golosa che ha voglia di cavalcare l’inaspettata onda PlayOff.

Non è stato facile rinunciare a Sollazzo e Sorokas ma le rinunce per il team di Coach Vertemati arrivano anno dopo anno.

Marchio di fabbrica evidente del giovane Coach lombardo corteggiato a lungo dalla Viola nel caldo agosto.

Attenzione al bilancio e ripartenza positive fatte di fiducia, organizzazione e spirito di gruppo che, in questa annata agonistica ha resistito a tantissime intemperie ristrutturandosi in corso d’opera.

L’asse portante è sempre lo stesso: Tommy Marino in regia e Lele Rossi da lungo.

Attenzione ad un tandem di bombardieri d’altri tempi:

Alan Voskuil: ex di turno, texano dal canestro ultra facile dalla lunga e da distanze talvolta siderali che sanno come infiammare le platee del basket mondiale.

Il three pointer ha contribuito in maniera fattiva alla salvezza della Viola nella passata stagione.

Pecchia, condottiero che fa della grinta e della determinazione la propria arma fondamentale non è al top ma ci sarà.

In panchina troviamo anche D’Almeida, Planezio,Dessì ed un bronzo di Mannheim come Mattia Palumbo.

Sotto le plance non c’è più  il perimetrale Douvier:il suo posto è stato preso nelle ultime giornate dallo spettacolare Jj Frazier all’interno di un inedito turn over considerando che il posto di lungo è realmente dell’Eurobasket Tony Easley ingaggiato anch’egli a campionato in corso.

Lo showtime è iniziato proprio grazie al suo arrivo in Lombardia:Frazier è un folletto incontenibile che al momento sembra associarsi alla grande con il bombardiere Voskuil

Sotto canestro accanto a Rossi c’è la rivelazione tra i giovani di questo torneo: il lungo Andrea Mezzanotte.

Terminata la scuola superiore, il classe 1998 sta volando in campo con cifre da urlo, convocazione nella sperimentale azzurra di Sacchetti con tanto di titolo di miglior giovane della A2 per il mese di Novembre.

Show Buttons
Hide Buttons