LA SIGNORA DEL BASKET IN ROSA SI CONFESSA SU RAC

di Maria Taverniti – Federica Sbrissa, da campionessa a Coach vincitore della Serie D con il Nuovo Basket Soverato tra presente e futuro.

 

SOVERATO – Con comunicato ufficiale n. 47 del 21 Giugno 2017, il Comitato Regionale FIP Calabria ha reso nota la lista delle squadre aventi diritto a partecipare ai prossimi campionati regionali per la stagione 2017/18. In C regionale, la Calabria cestistica accoglie il ritorno del Nuovo Basket Soverato: una promozione – confida l’autrice tecnica del successo soveratese Federica Sbrissa – che chiude un ciclo iniziato tre anni fa con l’iscrizione nel campionato di Promozione, vissuto attraverso due promozioni conquistate in tre anni e culminato il 4 Giugno scorso quando il Pala Scoppa è stato invaso dai tifosi in festa per il ritorno del Nuovo Basket Soverato nella massima serie regionale.

Un campionato lungo, quello di serie D, in cui le canotte joniche hanno dimostrato sempre di poter recitare un ruolo da protagoniste. Ma la Signora del basket nostrano non accetta di sentir parlare di “obiettivo primario centrato”. Mai una parola fuori posto, mai un tono inappropriato: questa è Federica Sbrissa che, sfruttando il proprio bagaglio di un passato glorioso sui campi della pallacanestro femminile, ha eletto la Calabria a terra adottiva e qui, dal minibasket in seno alla Smaf, ha iniziato a guidare le giovani leve in ambito maschile, femminile fino ad approdare ai campionati senior in quel di Soverato. Con fare garbato ma sempre decisa, coach Sbrissa esordisce rispondendo a chi – a festa in corso – ha parlato di “obiettivo promozione” centrato.

“Abbiamo iniziato la stagione sportiva – afferma il coach dell’NBS – con un gruppo di ragazzi pronti a cimentarsi sui campi della serie D ma anche privi di grandi esperienze cestistiche. Ragazzi vogliosi di crescere e farsi strada, aiutati dal capitano-veterano Nicola Barbuto, che li ha guidati anche nella preparazione atletica, e da un fuori-categoria come Billy Fall nei confronti del quale non posso che spendere parole di elogio, a livello sportivo e personale. La squadra ha così iniziato il proprio percorso di crescita, quello era il mio vero obiettivo per perseguire il quale ho cercato di dare spazio ad ogni elemento del gruppo, sicché tutti potessero sentirsi parte del progetto NBS”.

Fin dalle battute iniziali, però, è parso chiaro a tutti che il progetto portato avanti da Federica Sbrissa era dotato di grandi potenzialità insite. Potenzialità su cui la Sbrissa, da coach che all’occorrenza si trasforma in istruttore, ha lavorato a lungo. “Può sembrar strano – afferma – ma la prima volta che ho realizzato che avremmo potuto veramente ambire a traguardi importanti è stato dopo la sconfitta rimediata a Paola alla fine del girone di andata. Gli innesti di Cannistrà a Natale e di Rotundo a Marzo hanno apportato sostanza ad un gruppo diventato via via più “squadra”. Certo, è stato difficile riuscire a gestire l’attenzione di tanti ragazzi non professionisti fino ad inizio Giugno in una formula di campionato un po’ troppo dispersiva. Il successo finale ci ha ripagato anche del lavoro “da psicologi” che abbiamo portato avanti con i nostri ragazzi”.

Mentre sui social la dirigenza cerca di sensibilizzare il popolo soveratese per programmare il prossimo futuro della Società, cosa pensa coach Sbrissa del grande entusiasmo venutosi a creare attorno all’NBS?

“Penso veramente – afferma – che con la promozione in serie C si sia chiuso un ciclo in cui a Soverato abbiamo lavorato tanto sui giovani e riportato entusiasmo attorno alla Società. Ora, però, auspico che l’entusiasmo dei tifosi possa coinvolgere anche le istituzioni e i privati per una sinergia di supporto ad una Società sportiva che dovrà affrontare una prossima, difficile stagione”.

A coronamento di una stagione esaltante, Federica Sbrissa è stata recentemente premiata al Basket Rosa Day tenutosi a Reggio Calabria il 22 Giugno scorso. Da ex giocatrice professionista, cosa pensa dell’attuale movimento cestistico regionale in rosa?

“A Reggio Calabria – conclude coach Sbrissa – ho assistito ad una manifestazione ottimamente organizzata che ha saputo amalgamare in maniera perfetta il movimento trainante con le giovanissime leve. E’ stato un piacere vedere tantissime bambine impegnate nei campi allestiti all’interno del Pala Calafiore. Tutto il fervore che caratterizza la pallacanestro femminile giovanile, però, subisce un calo evidente con l’avanzare dell’età delle piccole cestiste. Per dare nuovo slancio al settore femminile, sarebbe vitale non perdere per strada questa giovane linfa: a parer mio questo dovrebbe uno dei punti su cui focalizzare l’attenzione delle alte cariche del movimento per ripartire con un settore femminile capace di suscitare interesse a livello regionale. Quest’anno abbiamo assistito ad un campionato di C femminile a cui hanno partecipato solamente quattro squadre: decisamente poche. Un maggior fervore ha invece animato il campionato giovanile under18. Mi piacerebbe assistere nelle prossime stagioni a competizioni più nutrite”.

 

E mentre a Soverato si pianifica la prossima stagione 2017/18, non possiamo che augurare alla Signora del basket calabrese Federica Sbrissa un grandissimo “in bocca al lupo”, con i modi mai sopra le righe che ne caratterizzano da sempre l’operato.

 

 

Show Buttons
Hide Buttons