LA TOP 5 DELLA SETTIMANA

AJ Pacher della Viola, Nicolas Morici della Planet, Gaido del Rende, Spanò della Smaf e Coach Musitano del Bagnara volano in Top 5

Vi avevamo preannunciato il doppio appuntamento giornaliero con la Top 5 della settimana.

Dopo avervi raccontato dei primi cinque del periodo pasquale ci trasferiamo al quintetto del week-end

 

EZEQUIEL GAIDO (BIM BUM RENDE)

Accanto al fortissimo Duro Bjegovic, leader tra i marcatori del campionato accanto a Billy Fall, è lui la carta in più nella vittoria in gara uno della Bim Bum in casa della Vis.

 

Mentalità e razionalità al potere e giusto feeling con il proprio Coach, Max Arigliano, un play che ha scritto grandi pagine del basket delle minors.

L’argentino è spumeggiante sul rettangolo del Botteghelle.

 

NICOLAS MORICI (MASTRIA VENDING CATANZARO)

Il canestro decisivo da casa Planet? Parla ancora argentino.

Nicolas Morici si conferma trascinatore dei giallo-rossi e corona la rincorsa pazzesca dei ragazzi di Fabrizio Tunno contro Battipaglia rimontando ben dieci punti nell’ultimo periodo.

 

 

AJ PACHER (VIOLA REGGIO CALABRIA)

Gioca, ma non è al top.

Emoziona, combatte, vince qualsiasi tipo di confronto e batte anche un super centro del campionato contro Renzi.

Si accascia nell’ultima parte di gara uscendo tra gli applausi del PalaCalafiore.

Raggiunge per la prima volta in carriera il PlayOff prima della maxi-penalizzazione. 

Una delle grandi rivelazioni di questo torneo dell’intera A2.

 

 

 

 

MATTEO SPANO’ (SMAF CATANZARO)

Capitano vero del gruppo Under 15 di Andrea Cattani.

Gioca una final four da urlo insaccando le triple giuste al momento opportuno e stupendo per voglia di emergere.

Accanto ai vari Mastria,Agosto,Corapi può costituire una grandissima promessa per il futuro del basket di Calabria.

 

 

 

MARCELLO MUSITANO (PALLACANESTRO BAGNARA).

Può la giovane Bagnara senza un impianto e tra mille sacrifici fare il bis e raggiungere la finale giovanile di categoria mettendosi dietro tutte le formazioni della provincia di Reggio ed arrivando seconda nell’intera regione?

Lui lavora sodo in qualsiasi condizione. Allenatore vero: ha creato un grande gruppo di combattenti.

 

Show Buttons
Hide Buttons