LA TOP FIVE DEL TURNO INFRASETTIMANALE

I migliori cinque del turno infrasettimanale: Coach Tunno della Planet affianca i suoi Pichi e Di Dio accanto ad Aj Pacher della Viola e Marco Pate del Cosentia.

 

 

 

 

 

 

FABRIZIO TUNNO (MASTRIA VENDING CATANZARO)

Sorpassato nel ruolo di Top Coach del turno infrasettimanale da uno dei suoi maestri in assoluto, un Giovanni Benedetto che sta facendo incetta di vittorie in quel di Cento.

Momento magico per la Mastria Vending Catanzaro che dopo aver vinto e bene in casa contro una diretta concorrente al PlayOff come la Tiber ha firmato un capolavoro esterno contro la seconda forza del torneo, in trasferta in quel di Valmontone.

 

 

 

 

 

 

 

AJ PACHER (VIOLA REGGIO CALABRIA)

Sempre più su, sempre più in alto.

Sopperisce al momentaccio della guardia Usa Roberts giocando per due.

Cifre da urlo in attacco, schiacciate da All Stars ed una consacrazione tecnica ed atletica che ne fa uno dei top player del campionato.

Conquista il primo posto della Top Ten delle Lega e combatte fino al quarantesimo per battere una straordinaria Cagliari:senza riuscirci.

Con quest’impeto la Viola potrà rialzarsi.

 

 

 

 

 

 

 

 

TOMMASO PICHI (MASTRIA VENDING CATANZARO)

E’ esploso. Dopo l’incredibile performance offerta in casa contro la Tiber si scatena ancora. L’ex Siena e Torino diventa incontenibile da marcare per la difesa del Valmontone. L’Mvp del turno scorso si ripete e lo fa alla grandissima con una delle vittorie più importanti della stagione della Mastria Vending Planet Catanzaro.

 

 

 

 

 

 

 

MARCO PATE (COSENTIA)

Fino a qualche anno fa lottava per volare in B. Adesso è un punto di forza assoluto di un Cosentia che vuole conquistare il massimo campionato regionale.

Il Nuovo Basket Soccorso le prova tutte per mettere in difficoltà i silani.

Lui, gioca in scioltezza con estrema personalità e voglia di ritornare in alto.

TOMAS DI DIO (MASTRIA VENDING CATANZARO)

Non a caso il momento più basso della Planet in questa stagione si è palesato quando lui non c’era per infortunio.

Tomas è tornato con grande voglia di vincere ed i risultati giallo-rossi parlano da soli: canestri pesantissimi per lui nella vittoria di Valmontone.

I giallo-rossi diventano sempre più imprevedibili.

 

Show Buttons
Hide Buttons