LA TOP FIVE DELLA SETTIMANA

Primo appuntamento settimanale con i migliori cinque: Rezzano(San Severo), Markovic (Virtus Cz), Mirando(Bim Bum Rende), Paternoster (Virtus Salerno),Casini (Rieti).
L’appuntamento settimanale con la Top Five di giornata raddoppia.
Dieci nomi in sette giorni complici gli impegni infrasettimanali delle squadre di Calabria e non solo.
I primi cinque? Eccoli serviti.
Dalla A2 alla Serie C Silver di Calabria passando per tutti i gironi della Serie B.
MAX REZZANO (CESTISTICA SAN SEVERO)
Se nella passata stagione abbiamo premiato l’ultra vincente Giovanni Benedetto, allenatore reggino in vetta nel Girone B e resistente nel Big Match contro Tigers Forlì, questa volta ci trasferiamo nel Girone C. San Severo, piazza storica del basket meridionale comanda il ranking imbattuta. Nel roster gioca alla grande il reggino Smorto accanto all’ex Viola Rezzano, stratosferico con quasi un punto al minuto nella sfida vinta a Giulianova contro un altro ex Viola come Antonello Ricci. 26 in 27 minuti di gioco per l’ottava vittoria consecutiva dei pugliesi.
NIKOLA MARKOVIC (MASTRIA VENDING VIRTUS CATANZARO)
Nicola Markovic con 128 punti s’insedia al primo posto nella classifica dei marcatori del campionato CSilver ma non è tutto qui.
Giocate da urlo, trentasette punti e tanta sostanza nelle sfida contro il suo connazionale Stepanovic, asso dei giovani nero-arancio.
Con questa mentalità le porte della Serie B si spalancheranno al suo talento.
JUAN MARCOS CASINI (NPC RIETI)
La formazione amaranto celeste non sta passando un buon momento e l’esonero di Luciano Nunzi, protagonista per sei lunghi anni nel team che milita nel medesimo girone della Viola non lasciava presagire nulla di buono. Rieti si rialza batte Tortona e si esalta con il grande cuore del trentasettenne esterno argentino compagno di Mazzarino a Cantù e protagonista anche nella Viola di Giovanni Benedetto.
 
FRANCESCO MIRANDO (BIM BUM RENDE)
In vetta dopo aver vinto la partitissima contro Lamezia. Momento magico per la formazione silana e per un Mirando strepitoso. Il gruppo del Rende di Coach Arigliano stupisce sempre di più e lui, talento arrivato dalla Puglia sembra essersi integrato alla grande nello scacchiere in compagnia dell’argentino Gaido. L’mvp del primissimo Big Match della C Silver è tutto per lui.
 
ANTONIO PATERNOSTER (VIRTUS SALERNO)
Tanta voglia di dimenticare la brutta annata alla Viola in A2 e di riconquistare il secondo gradino del basket italiano partendo da un campionato, la Serie B già vinto qualche anno fa con Agropoli.
Salerno è in fiamme: la neonata Virtus batte e fa cadere per la prima volta in questo campionato la Luiss di Roma agganciata in classifica dal Barcellona. Lo spirito di Paternoster è tornato.

 

Show Buttons
Hide Buttons