La Viola che verrà

 

 

Coach Russo come immagini la nuova Viola che sta nascendo? Sarà un mix di giovani ed esperti ? Sarà una formazione giovanissima come nella passata stagione? A tuo avviso che Reggio Calabria sarà?

Una squadra che avrà nel Dna quella briosità e quell’essere frizzante che fa parte sicuramente del nostro credo cestistico e che tanto ci ha dato nell’anno passato.
Beh aldilà dell’obbligo degli under che ci richiede almeno 3 nati del 92, non è importante l’anno di nascita per determinare qualità e talento in un giocatore, proveremo perciò a cercare sul mercato giocatori di qualità che possano e vogliano sposare il progetto, dando quella continuità che cerchiamo. Se saranno giovani di qualità, in egual numero dei senior, in meno o in più, non avremmo sicuramente remore nel poterli far giocare. L’anno scorso d’altronde è stata un’annata dove probabilmente eravamo la squadra piu’ giovane del campionato per età media.

Guardando i nomi delle formazioni di Silver (Matera,Agrigento,Omegna ecc, tutta questa differenza con la passata stagione non sembra esserci,però,ci saranno gli americani,cosa ne pensi?

Le strutture portanti delle squadre saranno quelle coi gruppi italiani, ritornando un po’ all’antico nelle serie A, con la formula dei soli 2 extracomunitari, continuando ad esaltare le qualità del basket italiano. E l’anno scorso il livello secondo me è stato buono, ed haevidenziato che in Italia c’è movimento.
Di sicuro l’innesto di giocatori stranieri potrà innalzare la qualità del gioco, purchè si trovino giocatori in grado di calarsi nell’immediato nella nostra cultura. Ma non è un caso che in linea di massima l’idea delle squadre di LegaDue (gold e silver) è quella di allestire i team provando a prendere prima gli italiani per poi “incastrare” nel puzzle i tasselli stranieri.

Cinque convocazioni complessive nella nazionale di categoria.Due,addirittura,sono volati verso la Cina.Un grande riconoscimento per il vostro operato riconosciuto in tutta Italia.,dico bene?

Siamo orgogliosi di aver allenato e contribuito al miglioramento dei nostri ragazzi quest’anno. Il loro lavoro continuo e la grande disponibilità è evidente che abbia pagato, ed ha fatto sì che si creasse una armonia e voglia di migliorarsi che non ci faceva pesare minimamente le ore in palestra. Amo lavorare anche individualmente con ogni atleta che alleno, ed ho fatto personalmente i complimenti ad ognuno di loro. 
Sicuramente inorgoglisce poter ricevere attestati di stima ma basta vedere che il lavoro paga e ciò ci permette di continuare a lavorare ancora piu’ alacremente, dandoci ulteriori stimoli.

Il reggino Marco Laganà brilla nell’Under 20. Quali giocatori su tutti strapperesti alla Selezione di Coach Sacripanti?

Beh, tutti si può dire ?!?!?!
Parliamo dei migliori giocatori di categoria scelti da un signor allenatore, che negli anni segue questa categoria facendo sempre risultato. Oggi d’altronde appena conquistato il pass per la finale per il quale faccio un grandissimo in bocca al lupo oltre ai complimenti per il gioco espresso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons