La Viola fa cinquina contro un ottimo Scauri

I neroarancio, dopo aver controllato bene il match nei primi due quarti, hanno sofferto un po’ nella terza frazione salvo poi chiudere definitivamente il match nei cinque minuti finali. Grandissima prova del capitano Seby Grasso, 18 punti, autentico trascinatore dei suoi (anche a costo di rimetterci il naso, a causa di una brutta botta che necessiterà ulteriori accertamenti, in bocca al lupo!) insieme al solito “Bum Bum” Caprari (21 punti), decisivo soprattutto nei minuti finali.

 

Match che già alla vigilia si presentava difficile, contro la formazione scaurese che era reduce da due vittorie consecutive (le due precedenti sconfitte erano arrivate contro le corazzate Rieti ed Agrigento) e presentava in roster gran parte degli stessi componenti con cui la scorsa stagione è stata eliminata in gara-3 di semifinale, dopo aver chiuso la regular season al secondo posto. Match molto insidioso, dunque, e  la sfida tra i due coach ed ex playmaker degli anni ’90 Fantozzi vs Pieri ad aggiungere spettacolo. In molti avranno, infatti, ricordato quel lontano Settembre 1994 con la sfida Fantozzi contro Pieri sul parquet del PalaCalafiore in un Pfizer-Scavolini che vide la Viola trionfare per due punti (86-84). Qualche anno dopo, nel Gennaio 99, Pieri si prese la rivincita sul parquet reggino con la maglia della Cordivari Roseto in A2, segnando 17 punti e infliggendo una sconfitta alla Viola di Manu Ginobili che fu poi promossa in serie A; squadra allenata da coach Gebbia dove giocava anche il 21enne Seby Grasso. Ed è stato proprio quest’ultimo, come detto, a sfoderare una grande prestazione ieri sera contribuendo in maniera decisiva alla vittoria degli uomini di coach Fantozzi.

Ma veniamo al match. Primo quarto equilibrato, i primi quattro punti della Liomatic portano la firma di Emiliano Paparella; Caprari al 4′ spara la prima tripla del match (7-6), risponde Requena con una grandissima schiacciata ad una mano. Al 5′ è 9-10 e quattro punti in fila di Seby Grasso a cui rispondono Marinello e Richotti firmano il 13-13 al 9′;  è poi un coast-to-coast di Grilli a chiudere la prima frazione sul 15-13.

L’inizio del secondo quarto porta ancora la firma del capitano Seby Grasso (19-13 al 12′). E’ Pignalosa (che sarà alla fine il migliore dei suoi), ben coadiuvato da Marinello e Basile, a tenere gli ospiti agganciati al match (19-20 al 14′).  Nei cinque minuti finali di secondo quarto arriva, però, il primo mini-break; coach Fantozzi rimanda sul parquet, dopo preziosi minuti di riposo, il duo Paparella-Caprari, che ha un impatto importante sul match: due triple di Caprari intervallate da una tripla di Paparella ed un altro canestro da due di Caprari lanciano la Viola sul +7 (30-23 al 17′). E’ un semi-gancio di Violo a rompere il digiuno degli ospiti (30-25 al 18′) ma Caprari e Paparella non perdonano ed al 19′ è 36-25 (parziale di 17-5 in cinque minuti per i neroarancio). Il secondo quarto potrebbe concludersi con un gap ancor piu’ elevato ma Paparella purtroppo sbaglia il passaggio offrendo a pochi secondi dal termine un pallone tra le mani di Pignalosa che spara un tiro da oltre metà campo e realizza incredibilmente sulla sirena, fissando il punteggio di fine primo tempo sul 38-30.

Il terzo quarto vede ancora protagonista il napoletano Gabriele Pignalosa, che realizza 11 punti in fila e trascina i suoi fino al -1 (47-46 al 25′). La Viola prova a reagire con Coronini e Cappanni ma Scauri è determinatissima e si porta in vantaggio con Raskovic, Marinello e Basile (51-53 al 29′). E’ poi una tripla di Potì a regalare il vantaggio ai reggini in chiusura di terzo quarto (54-53).

Ultimo quarto molto combattuto, ad una tripla di Sereni risponde Marinello ma è Potì, ancora dai 6.75, a dare il +4 alla Liomatic (60-56 al 31′). E’ un botta e risposta continuo fino al 37′ (70-67) quando rientra in scena Caprari che mette tutti d’accordo con cinque punti in fila ed avvia il break decisivo chiuso poi da Paparella (77-70 al 38′). Scauri non ha piu’ la forza di rientrare, Valentino è l’ultimo a mollare e Paparella e Grilli dalla lunetta fissano il punteggio finale sull’87-78 per la Viola.

Una vittoria fondamentale per i reggini, a conferma dell’ottimo lavoro che il duo Fantozzi-Bolignano sta portando avanti, e che dà ancora piu’ fiducia ad un gruppo in crescita. Era una partita difficile ma, pur a fatica, è arrivata una vittoria contro una squadra molto tosta. Il tour-de-force non termina, però, qui perchè domani si parte nuovamente per Palestrina. Ad attendere gli uomini di coach Fantozzi domenica sera al PalaIaia ci sarà un indimenticato ex, Nello Lorenzetti, ieri protagonista dell’ottima vittoria in trasferta a Potenza. Un altro match ricco di insidie, dunque, che Grasso e compagni tenteranno di superare portando a casa altri due punti preziosi per il prosieguo del campionato. Forza ragazzi !!!

Nino Romeo

per Teambasketviola.it

Reggioacanestro.it

LIOMATIC VIOLA REGGIO CALABRIA – AUTOSOFT SCAURI 87 – 78

VIOLA: Gambolati 4, Laganà ne, Paparella 16, Potì 6, Caprari 21, Coronini 4, Grilli 11, Grasso 18, Cappanni 2, Sereni 5. Coach: Fantozzi

SCAURI: Richotti 2, De Lise ne, Valentino 7, Violo 4, Pignalosa 26, Basile 5, Raskovic 18, Marinello 10, Bellanca, Requena 6. Coach: Pieri

ARBITRI: Simone Somensini di Manerba del Garda (BS) – Matteo Spinelli di Pavia (PV)

PARZIALI: 15-13; 38-30; 54-53;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons