La Viola non passa, l’imponente Torino è troppo forte

 

 

Lo scarto finale di ventuno lunghezze non racconta però appieno quello che è stato un match in equilibrio per 27 minuti, ovvero fino al blackout fatale ai reggini. Negli ultimi tredici minuti, infatti, la Viola, che nel primo tempo aveva concesso molto poco agli uomini di coach Pillastrini, è crollata di schianto, calando di concentrazione su entrambi i lati del campo e concedendo tiri facili alla Zerouno che ne ha poi approfittato per dilagare.

Davvero un peccato perché l’andamento del match per l’intero primo tempo lasciava sperare in un finale totalmente diverso. Già dai primissimi minuti si vede una Viola concentrata e presente in difesa ed una Zerouno costretta all’errore in fase offensiva (7-8 al 5’). La Viola spinge con Piazza che fa girare meravigliosamente la squadra e con il duo Ammannato-Fontecchio si va sul +5 (7-12 al 7’). Torino sfrutta però al meglio la fisicità e la presenza sottocanestro di Wojciechowski che fa la differenza in fase offensiva e la prima frazione si chiude così in parità (14-14).

Nel secondo quarto la Viola non molla di un centimetro, Torino soffre la difesa schierata ed i continui cambi difensivi dei reggini e si affida al talento di Evangelisti, che da il +5 ai suoi segnando da sette metri (26-21). Sono i tiri dalla distanza a far male ai neroarancio con Baldi Rossi che firma il +6 con una tripla (29-23) e costringe coach Ponticiello al timeout; ma la Viola c’è e con due palloni recuperati in difesa e conseguenti contropiedi, ottimamente conclusi da Fontecchio e Fabi, si riporta sul -2. E’ poi Giovanni Rugolo, con un tiro dalla media, a firmare il 29-29.

La Zerouno risponde con un minibreak, grazie all’ennesima tripla di Evangelisti (3/5 per lui nel primo tempo) e ad un appoggio da sotto di Wojciechowski per il 34-29. Cinque punti di scarto con cui si andrà poi negli spogliatoi sul punteggio di 38-33.

Al rientro dagli spogliatoi è ancora il duo Baldi Rossi – Wojciechowski a far la voce grossa sotto i tabelloni ma la Viola c’è: Caprari mette la tripla del -2 (40-38 al 23’) e la Zerouno soffre la 1-3-1 dei neroarancio. L’ennesimo doppio possesso, frutto di un rimbalzo offensivo dell’onnipresente Woiciechowski ed una tripla di Baldi Rossi (colpevolmente abbandonato dalla difesa dei neroarancio) consentono a Torino di toccare il +7 (45-38 al 25’). I neroarancio non si scompongono, sale in cattedra Piazza che prima regala uno splendido assist a Fabi e poi va a segno dalla media per il 45-42. Torino prova ad allungare con Gergati dai 6,75 ma la Viola risponde con Fabi per il 48-45 al 27’. Purtroppo sarà l’ultimo sussulto dei neroarancio che da quel momento spengono l’interruttore sia in difesa che in attacco concedendo tantissimo alla Zerouno che ne approfitta per piazzare un parziale di 7-1 che chiude la terza frazione (55-46).

Nell’ultimo quarto l’auspicata reazione non arriva e Torino dilaga con Sandri, Tommasini e Wojciechowski; Ammannato e Fontecchio provano a limitare i danni ma la Zerouno si esalta ed esalta il pubblico del PalaRuffini che esplode di gioia per la tripla del giovane Baldasso che firma il +25 (80-55). Caprari e Quaglia chiudono poi il match sull’80-59.

Si torna dunque a Reggio a mani vuote ma con due certezze: la prima è che la vera Viola, ne siamo fermamente convinti, è quella dei primi 27 minuti, giocati alla pari con la capolista; la seconda è che la passione ed il seguito che questa squadra sta riscuotendo non ha davvero limiti; erano davvero in tanti (circa 50) i tifosi presenti ieri al PalaRuffini, giunti da ogni parte d’Italia, alcuni addirittura, eroici, da Reggio dopo un viaggio di 19 ore in treno.

E’ da queste due certezze che bisognerà ripartire già da domenica a Perugia, perché questa squadra può ancora regalare tante gioie ed emozioni.

Nino Romeo per Reggioacanestro.it

 

ZERO UNO TORINO – VIOLA REGGIO CALABRIA 80-59

 

TORINO: Parente 5, Tommasini 11, Baldi Rossi 14, Evangelisti 12, Baldasso 3, Sandri 4, Gergati 9, Wojciechowski 22, Antonietti, Conti. Coach: Pillastrini

VIOLA: Ricci, Fontecchio 12, Caprari 8, Fabi 11, Sabbatino 2, Piazza 6, Quaglia 5, Germani 3, Ammannato 8, Rugolo 4. Coach: Ponticiello

Arbitri: Riccardo Bianchini di Bagno a Ripoli (FI)- Umberto Tallon di Bologna (BO)

Parziali: 14-14; 38-33; 65-46

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons