La Viola perde la prima di campionato

 

 

Stella Azzurra Roma-Liomatic Viola Reggio Calabria 81-74

(24-23; 18-18; 19-15; 20-18)

Stella Azzurra: Colonnelli 18, Fallucca 10, Duranti 3, Rodriguez 6, Ramenghi 5, Buscaglione, Ondo Mengue 2, Fall 6, Delle Cave 15, D’Ascanio 16. All. D’Arcangeli.

Liomatic Viola: Gambolati 14, Laganà ne, Paparella 5, Potí 2, Caprari 18, Coronini 6, Grilli 20, Grasso 5, Sereni 4, Smorto ne. All. Fantozzi Ass Bolignano

 

Paura? Squadra in gita? Assenza del lungo titolare? Non lo sappiamo.

E’ chiaro che perdere la prima di campionato non fa piacere. Onore ai giovani della Stella Azzurra che hanno giocato alla grandissima sbagliando pochissimo, specialmente dalla lunga, portando a casa, contro ogni pronostico, la sfida.

Lo avevamo detto: la Stella Azzurra avrebbe giocato alla morte con il “coltello tra i denti” per onorare la memoria di Mario Delle Cave ed il fratello Gianni, accanto ai frombolieri D’Ascanio e Colonnelli su tutti, hanno battuto una delle formazioni più forti del torneo.

Il corri e tira orchestrato da coach D’Arcangeli ha reso il match equilibratissimo con i romani quasi sempre avanti, seppur di poco, con un massimo vantaggio di dodici punti nel terzo periodo.

Perdere la prima, chiaramente, non è un dramma, questa formazione avrà tempo per amalgamarsi e diventare il team che tutti sperano, una squadra vera che sappia emozionare e vincere.

La morsa della “Stella”, però, non ha lasciato scampo alla difesa dei reggini. Padroni di casa super efficaci con una difesa 1-2-2 a tutto campo, reggini che cercavano di contenere le furie locali con una 2-3.

Dopo tanto equilibrio, all’interno di una gara viva e spettacolare contornata da tanti “reggini-romani” accorsi all’appello, i reggini arriveranno anche sul meno 4 a 45 secondi dalla fine. Un libero di Rodriguez, però, spegnerà i tentativi di rimonta.

Vince con onore e gloria la Stella Azzurra, la Viola non riesce ad espugnare il PalaPostePay e dovrà lavorare duro in settimana per diventare una grande squadra.

Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons