La Viola prende forma

E’ tempo di basket-mercato, è tempo di fantasie bellissime da concretizzare o no, da valutare con cura. L’aspetto tecnico-fisico interessa ma la nota super positiva, evidenziata dalla Dirigenza della Viola, è lo spirito: nessun giocatore demotivato, i  nuovi atleti dovranno “calarsi” nella parte e coinvolgere un pubblico che ha l’obbligo di crescere in questa nuova avventura nella rinnovata Dnb. Le duemila presenze non bastano più!

 

Da battere, in campionato, ci sarà sicuramente la concorrenza della Fortitudo Agrigento, compagine retrocessa dalla A dei Dilettanti dopo un’incredibile scalata firmata C-B-A. I siciliani ripartono da coach Ciani da tanti giocatori del gruppo ex Massafra e da Santiago Paparella, trentenne, fratello del regista della scalata dei siciliani, Emiliano, in più di un’occasione dato vicino alla Viola. In Puglia attenzione ad un’altra retrocessa, il Bisceglie che firma da Corato il ritorno di Storchi e lo specialista Nardin.

Sulla Viola c’è assolutamente una pioggia di nomi in fase di valutazione: vicinissimo Grilli, guardia romana che farebbe proprio al caso di coach Fantozzi. Dopo vari “ammiccamenti” nel mercato di riparazione della passata stagione, Simone Candela, trascinatore dell’Alcaro Catanzaro di coach Restivo potrebbe essere un nome nuovo per la Viola. Candela, siciliano, ex Trapani,  ha dimostrato con carattere di poterci stare in B e di poter addirittura diventare un giocatore totale capace di giocare vicino al canestro e di colpire dalla lunga all’occorrenza esaltandosi giocata dopo giocata. ”Rumors” danno come vicinissimo il matrimonio tra l’ex giallo-rosso e la Viola.

I due fedelissimi Zampogna e Grasso rimarranno? Che ne sarà del bravo argentino Ricci?

Sicuri partenti De Marco e Mobilia, non più under secondo il nuovo regolamento. Si aspetta il “SI” definitivo da Luca Laganà, reggino classe 91 in arrivo dalla Lega Due di Imola (clamorosa una sua partita in Coppa Italia lo scorso anno) che andrebbe a completare un pacchetto under extralusso accanto al “salta-scooter” Antonio Smorto, classe 1995.

Il “quasi” confermato Degregori potrebbe ritrovare un suo “amico” ai tempi del Catania. La Viola, secondo le ultime indiscrezioni sembra vicina a Gambolati, ala grande in arrivo dal Vado Ligure e giocatore alla “Galanda” bravo sotto le plance e inaspettatamente concreto talvolta dalla lunga (la difesa della Liomatic Viola 2009 ne sa qualcosa).

Le sorprese potrebbero arrivare da qualche ex giocatore “rivale” della Viola con le canotte di Capo D’Orlando, Patti o Catania. Una cosa è certa, con dei nomi così la gente può iniziare a tenere libere le domeniche sul calendario.

Giovanni Mafrici

Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons