La Viola raccoglie i pezzi ed aspetta Torino

 

 

Scendono in campo due società nuove di zecca ma con due città dietro che hanno vissuto il grande basket e che adesso si ritrovano in Dna,lega di sviluppo paragonabile alla vecchia B1.

Viola Reggio Calabria contro Zerouno Torino.Negli anni ottanta e novanta avremmo scritto Cestistica Piero Viola contro Auxilium Torino: sfide epiche.Dan Caldwell e Dean Garrett contro Kopiki,Della Valle ed il mito Darril Dawkins,americano dalle percentuali infinitamente pulite da due punti visto in estate come testimonial Nba nella tappa di Trapani di Nba 3X.(Nella foto del 1992 Dawkins stoppa al Palapentimele,a destra Kopiki,a sinistra Dean Garrett)

Il nostro tuffo nel passato sgorga oggi all’interno di un campionato che ha già emesso i suoi primi verdetti.

Torino,formazione che ha allestito un roster per vincere sotto la guida di un Coach da Serie A come Pillastrini , ex Coach di Pesaro,Varese e Bologna si è ripresa dopo un inizio balbettante vincendo cinque partite su sette.

La Viola invece,eccezion fatta per la vittoria contro Omegna è in preda ad una crisi totale di risultati,umore e gioco ed è attualmente un cantiere in ampia costruzione tecnica,morale e psicologica.

L’auspicio è che la gente del basket ed i tifosi in genere non inizino a lasciare vuote le platee del Botteghelle o a protestare per una sconfitta che,sulla carta appare davvero preventivabile..

La società è in silenzio stampa da quasi sette giorni e programma un ampio “restyling”.

Mariani ha già fatto le valige con direzione Omegna,dunque Reggio gioca senza il suo regista titolare

Il play potrebbe essere raggiunto da due pedine nel mercato in uscita.

Del mercato in entrata se ne parlerà da lunedì mattina.In chiave generale le partenze totali potrebbero essere tre(Compreso Mariani),bisogna capire cosa può offrire il mercato dei free agents:le eventuali mosse da fare non possono essere sbagliate.

Oggi,ci sarà spazio per i giovani Bruno Rappoccio,Riccardo Costa ed Andrea Gangarossa nel roster di Coach Bolignano.

Torino dovrebbe avere vita facile.Baldi Rossi e Gergati sono due super per la categoria e non aspettano altro che volare nel basket professionistico.Lo stesso si può dire per un ragazzo calabrese che nei primi giorni d’estate ha sposato il progetto triennale dei piemontesi.Parliamo dell’azzurro Under 19 Kenneth Viglianisi,per tutti Kenny,ragazzo d’oro cresciuto tra il vivaio della Scuola di Basket Viola,il network della Virtus Catanzaro ed il settore giovanile di Reggio Emilia.Tanti Coach si autolodano eleggendosia scopritori del talento di Campo Calabro che deve lavorare veramente molto per farsi strada nel basket che conta.Non dovrebbe disputarsi il derby in famiglia contro il fratello Brandon,classe 1995 attualmente decimo nel roster di Coach Bolignano.Oggi,il fratello minore dovrebbe diventare protagonista nella sfida di Dnc tra Acireale e Gioiese.

Sarà una disfatta per una Viola in costruzione? I “fedelissimi” dei colori nero-arancio si augurano di non dover assistere ad un’imbarcata.Arbitrano Gianguido Vanni Degli Onesti di Corno di Rosazzo e Saverio Barone di Brescia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons