La Viola per coach Benvenuti

 

 

Nato a Borgotato il 12 Settembre 1932,Benvenuti è entrato negli annali di molte società cestistiche italiane. Ha vissuto degli anni bellissimi ed intensi proprio a Reggio Calabria conducendo la grande Viola alla prima promozione in serie A2 e subito dopo in A1 per la gioia del Giudice Viola.

Coach Benvenuti segna un bivio nella storia cestistica di Reggio e della Calabria in generale. Le sue idee hanno portato una ventata di novità e genialità all’intero panorama cestistico calabrese e non solo.

La sua ultima apparizione pubblica è avvenuta attraverso uno splendido messaggio multimediale lanciato nel mese di Settembre all’interno della presentazione della Viola 2011-12.

Ecco le sue parole:”Saluto tutti gli appassionati di Pallacanestro di Reggio Calabria-recitava il video trasmesso su Reggioacanestro-saluto tutti gli appassionati del basket sin dai tempi dello Scatolone dove facemmo la Serie B, quel campionato lo vincemmo e salimmo in Serie A.

Una volta in Serie A, venne fuori il problema del Palazzetto-sottolineava il coach livornese-La serie A a quel tempo doveva avere un limite minimo di capienza di tremila e cinquecento persone. Per miracolo riuscimmò-riuscì direi il Giudice Viola- a costruire con molta velocità il Botteghelle. Il Palazzetto che venne fuori era un posto molto caloroso con la gente molto vicina al campo da gioco. Era bellissimo, c’era un tifo molto bello ed appassionato. Io sono sicuro che in qualche partita la differenza ce l’hanno fatta fare loro, i nostri tifosi. Ci volevano veramente molto bene.

Arrivammo terzi,anche con una certa facilità. L’anno dopo con la voglia di andare in A1,complici le quattro promozioni, arrivammo addirittura primi con tanta facilità. Furono i quattro anni più belli per me e per la mia famiglia”.

Salutando colonne storiche del basket in nero-arancio come Tito Messineo, Pasquale Favano, Lillo Barreca ed il suo grande Assistente Gaetano Gebbia, il coach lasciò il suo grande in bocca al lupo ad una Viola che, adesso avrà una motivazione in più per vincere.

Ovviamente capitan Grasso e soci giocheranno la prossima partita interna in campo alle ore 18 contro Palestrina con il lutto sulla canotta.

 

Giovanni Mafrici

Per Teambasketviola

Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons