La Viola stupisce ancora

La Viola si farà: le indicazioni precampionato dicono questo ed altro.Troppo presto per esaltarsi: segnali d’allarme assenti all’interno di una nuova e galattica vittoria contro una compagine di A2 Gold. In pochi avrebbero scommesso sulla vittoria dei reggini nella seconda semifinale del 42° Trofeo Sant’Ambrogio, la cui prima giornata si è giocata ieri al Centro Viola di Modena.

Ed invece i neroarancio superano inaspettatamente Agrigento.

Tourè a bordo campo con un’infiammazione e coach Benedetto lancia in quintetto il giovane De Meo (ottimo impatto e prestazione davvero positiva la sua, si rivelerà una delle note più liete della serata). Agrigento brucia subito la retina con Dudzinski che spara due triple in fila ma i neroarancio difendono ed attaccano con ordine ed in un amen Rush, Deloach ed una tripla di De Meo (il giovane somiglia all’ex allievo della Viola campione d’Italia Alfonso Ielasi) firmano il primo vantaggio Viola (7-6 al 3’). I siciliani spingono forte con Piazza e Williams, la Viola risponde con un Rush con la mano morbida dai 6,75 (12-12 al 6’).

Piazza parte forte contro De Meo ma dall’altro lato è Rush a fare impazzire la difesa della Moncada (15-17 al 7’). Coach Benedetto lancia sul parquet Marcos Casini ed il gaucho risponde subito presente con una schiacciata in contropiede (17-19 al 8’). “Piazzino” domina ma il terzo fallo dopo 9 minuti lo costringe alla panchina. E’ ancora una tripla di Rush (11 punti nei primi dieci minuti per lui) a chiudere il primo quarto sul 21-25. 

La seconda frazione si apre con un tentativo fallito di alley-oop tra Deloach e Rush, Agrigento è più incisiva con Udon che sfrutta al meglio un 2+1. Due canestri da sotto di Azzaro tengono la Viola in scia (25-30). Ritmi altissimi, cala un po’ la lucidità in fase offensiva della Viola ma non l’intensità sui due lati del campo. Dentro Ion Lupusor al 14’ , la Viola ritrova anche il tiro dai 6,75 con Deloach e Casini e si riporta sotto (31-34). Una palla persa di troppo fa impazzire coach Benedetto che striglia i suoi in timeout. Equilibrio fino al termine ed il primo tempo si chiude sul tap in del capitano Marco Ammannato per il 39-43. 

Al rientro dagli spogliatoi è Max Rezzano a scaldare la mano con due triple, intervallate dai canestri di Chiarastella e Dudzinski (45-49); sono poi Rush ed Ammannato dalla lunetta a fissare la parità al 25’ (49-49). L’attacco Viola brilla ed è Nico De Meo a sparare dall’angolo la tripla del vantaggio neroarancio (52-49); Agrigento va in confusione e la Viola con Rezzano e l’ennesima tripla di Rush allunga sul +6 (57-51). Capitan Ammannato fa sentire la presenza sottocanestro e fissa il +8 (59-51 al 28’) ma i neroarancio non si fermano; Marcos Casini si guadagna tre tiri liberi per il +11 (62-51). Il terzo quarto si chiude sulla tripla di De Meo per il 65-53. 

La tripla di Casini infiamma l’inizio dell’ultima frazione ed i neroarancio volano sul +15 (68-53). I neroarancio non mollano nulla in difesa e Deloach spara da 7 metri e regala, subito dopo, uno splendido assist a Rush (c’è già grande intesa tra i due). 

Tutto finito? Assolutamente no. 

Sull’asse Piazza – Evangelisti inizia una rimonta clamorosa da parte dei siciliani. 

La Viola si rilassa un po’ troppo e spreca un grande vantaggio: nei secondi finali però è proprio l’ex Piazza (applauditissimo dai suoi tifosi) a sbagliare la tripla del pareggio. 

Si chiude sull’82-79, gli uomini di coach Benedetto conquistano la finale del Trofeo Sant’Ambrogio e questa sera affronteranno Capo D’Orlando, sognando (perchè no) di portare a casa la vittoria nel Torneo che manca dal lontano 2002.

Viola RC – Agrigento: 82 – 79 (21-25, 39-43, 65-53)

Viola: Tourè n.e., Casini 11, Deloach 10, Azzaro 5, Rezzano 10, Lupusor 2, Rush 25, De Meo 9, Latella, Spera 2, Ammannato 8. Coach Benedetto.

Agrigento: Evangelisti 13, Di Simone, Williams 8, Chiarastella 6, De Laurentiis 4, Saccaggi 11, Piazza 11, Udom 12, Portannese, Dudzinski 14. Coach Ciani.

Arbitri: Viglianisi (RC) – Mucella (ME)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons