La Vis è la prima finalista alla conquista della C Dil

Adesso, Womack e soci aspetteranno di conoscere se, realmente, sarà la Cestistica Gioiese il prossimo avversario da battere perconquistare la promozione in C dei Dilettanti e creare ancora più entusiasmo.

 

Entusiasmo è la parola giusta per questa sfida:La partita era programmata alle 19.45 al Palazzetto di Archi, ma, dopo i nostri avvisi di “Sold-Out” da prima pagina, la piccola platea dell’impianto reggino era gia piena alle 18.25, un vero e proprio record.

Qualcuno è rimasto a casa per evitare la folla, qualcun’altro ha potuto assistere alla gara “spalla-spalla” con altri spettatori.

Da una parte c’è il Villa, forte di un traguardo storico nella sua storia, nel primo anno lontano dal PalaCaminiti.

Dall’altro, come detto, c’è la Vis di coach Surace motivata verso l’obiettivo stagionale.

Villa parte in quintetto con Sergi, Pellicanò,Geri,De Stefano e Postorino, lasciano il “fromboliere” di gara uno, Gianni Vinci, in panchina.

La Vis risponde con Scaffidi play,Womack in guardia,Matteo Grande in ala piccola con Soldatesca da quattro accanto al “portiere” Billy Fall.

Coach Santo Surace azzecca senza dubbio il quintetto: Grande sbaraglia qualsiasi tipo di concorrenza, ben assistito da Cioffi e firma il primo maxi-break per la Vis.6 a 21, avvio totalmente a marchio ospite condito dalla consueta schiacciata del romano.

Nel secondo quarto, la Vis mescola le carte con una girandola di cambi: Villa inizia il recupero guidata dal coraggioso Pellicanò.

La trama della gara prende una piega ben definita: la Vis prova a fuggire dal più 6, Villa cerca in tutti i modi l’aggancio.

A cavallo di secondo e terzo quarto iniziano le proteste locali contro l’arbitraggio:Billy Fall eleva un muro di cinta ad ogni tentativo di tiro dei locali, provocando veementi proteste; da un lato si reclama a gran voce sempre “canestro buono”, dall’altro, lo stoppatore Billy è incredulo ma pensa solamente a continuare ad effettuare i suoi “Jump and Smile”.

Al nuovo tentativo di riavvicinamento del Villa firmato Geri, ci penserà Vittorio Soldatesca, in versione “guardia-tiratrice” a tenere a bada la voglia dei nero-verdi.

Villa appare troppo nervosa e continua nelle proteste ad ogni fischio.

La Vis mette in campo Marco Costantino: il play reggino prenderà in mano le redini del gioco.L’allungo della Vis sarà decisivo e senza possibilità di replica:87 a 71 in un primo momento con la gara gia chiusa a metà quarto periodo.Il finale scriverà 104 a 84 con un bel canestro del “decimo” dei giallo-neri Andrea Sorace.

A fine gara, urlo di gioia per entrambe le squadre:Villa saluta a testa alta il campionato più prolifico ed importante della sua storia, la Vis ringrazia il pubblico e pensa alla finale.

Giovanni Mafrici

Reggioacanestro.com

 

Villa San Giovanni-Vis Overt Reggio Calabria 84-104

(16-25, 46-51, 69-78)

Villa San Giovanni: Sergi 15, Pellicanò 9, Geri 21,Vinci 17, De Stefano 11, Postorino 11, Cotroneo, D’elia ne, Lavalle ne,Pometti ne.

Vis Overt Reggio Calabria: Womack 23, Fall 16, Stracuzzi 8, Grande 19, Cioffi 19, Scaffidi 7, Soldatesca 9, Costantino 4, Barbera 2, Sorace 2. All: Santo Surace Ass Antonio Quattrocchi.

Arbitri: Viglianisi di Villa San Giovanni e Cagliostro di Reggio Calabria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons