La Vis non ce la fa, Mazara in semifinale

 

 

La stagione della Vis termina qui.

Mazara del Vallo, società neopromossa che punta dritta alla Lega Tre, passa al PalaBotteghelle e chiude i conti con il quarto di finale.

La partita non è stata assolutamente entusiasmante: i siciliani non hanno brillato, la Vis le ha provate tutte per mettere i bastoni tra le ruote ad un roster più forte che nell’arco del campionato ha mostrato tanti alti e bassi.

Assolutamente da rivedere l’arbitraggio della sfida che ha reso ancora meno divertente una sfida caratterizzata dal punteggio basso.

La Vis, con tutte le sue forze, a rimanere in vita e portare la serie a gara-3 ma l’esperienza del Mazara si è fatta sentire specialmente nel finale di gara.

I “canarini” di Coach Bonanno volano in semifinale dove affronteranno la vincente della sfida tra Catanzaro e Marsala(oggi alle 20 gara due in terra siciliana).

Il bilancio per la Vis è più che soddisfacente.

Con un roster giovane e ridotto, Coach D’Arrigo ha realmente fatto i miracoli valorizzando al massimo le forze a disposizione.

I reggini hanno disputato un campionato al di sopra delle aspettative, con alti (vedi gli exploit contro Monreale in casa e Acireale e Cosenza in trasferta) e bassi (ancora grida vendetta il doppio ko interno contro il retrocesso Porto Empedocle) tipici di una squadra rinnovata nella sua quasi totalità, ma già in grado di essere competitiva ai livelli medio alti della classifica e di recitare un ruolo da protagonista.

Anche nella sfida di PlayOff, contro la favorita Mazara, Grasso e compagni, pur tirando con percentuali bassissime, hanno tenuto testa ai quotati avversari, pagando un break subito nel primo quarto con Di Gioia sugli scudi, rivelatosi fatale nel prosieguo dell’incontro.

Qualche discutibile decisione arbitrale (3 falli tecnici fischiati in pochi minuti ai danni della Vis prima dell’intervallo) hanno contribuito a scavare un solco fra le due compagini che i bianco/amaranto non sono più riusciti a colmare.

La riscossa dei reggini è partita dalla fine del terzo periodo.

I reggini hanno raggiunto più volte il meno tre rischiando l’impresa.

Naso e soci chiudono i conti nell’ultimo giro di lancette fino al 53 a 60.

 

Questo il tabellino della gara:

Vis Reggio Calabria – Basket Mazara 53-60

(11-21, 13-12, 16-15, 13-12)

Vis Reggio Calabria: Vozza 9 (2/3, 1/1), Tramontana 17 (8/15, 0/1), Grasso 10 (1/5, 2/6), Carnazza 13 (2/3, 3/10), R. Costa (1/9, 0/1), D. Costa, Barrile, Suraci. Allenatore: D’Arrigo.

Tiri Liberi: 7/14. Rimbalzi: 33 23+10 (Grasso 8). Assist: 18 (Vozza 6).

Basket Mazara: Degregori 7 (2/8, 0/1), Bruno 8 (2/3, 1/3), Gullo 12 (0/1, 4/11), Di Gioia 15 (5/10), Naso 16 (6/8, 0/5), Lumia, Salvadori 2 (1/1), N.E.: Massa, Marrone, Rizzo. Allenatore: Bonanno.

Tiri Liberi: 13/21. Rimbalzi: 35 30+5 (Gullo 8). Assist: 13 (Degregori 6).

Arbitri: Sarda di Piazza Armerina e Giordano di Gela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons