L’Alcaro ci prova con l’Upea al PalaFantozzi

Momento della verità per le ambizioni di entrambe le prossime contendenti: la sfida con Catanzaro rappresenta infatti il primo vero banco di prova di un certo livello per gli uomini di coach Giuseppe Condello che hanno affrontato fino ad ora Bari, Mens Sana Campobasso, Benevento e Melfi. Antonello Restivo guiderà invece i propri ragazzi in questa sfida con il piglio di chi vuol dimostrare che non si trova lassù a caso e che la vittoria sul campo del Francavilla non è stata puramente un colpo di fortuna. Il gruppo, l’intesa, il valore tecnico dei suoi uomini, il tutto condito da una serenità nell’ambiente hanno permesso a questa squadra di rendere molto già dalle prime uscite nonostante il trainer catanzarese abbia dovuto fare a meno di un tiratore micidiale come Pietro Saccoccio. Non parla dei singoli questo giovane allenatore sardo arrivato a Catanzaro in punta di piedi, come preferisce non farlo il suo assistente Antonio Ceroni (guarda l’intervista rilasciata ai microfoni di reggioacanestro.it), per entrambi è il collettivo ad avere la precedenza; fatto sta che nell’ultima gara disputata in casa contro Bernalda, accanto all’ottima prova di un sempre valido Andrea Cattani e di Marko Mlinar ((8/8 per lui da 2 pt), ha ben impressionato il feeling con il canestro della guardia giallo-rossa comunque non ancora al top della forma. La corazzata Capo d’Orlando, che presenta come proprio biglietto da visita il miglior attacco del girone con 332 punti realizzati e la seconda miglior difesa con 268 punti subiti, rappresenterà quindi un valido test per captare le reali potenzialità (e ambizioni) di un team ancora in costante crescita. Un avversario che fa del parco esterni il suo punto di forza con tiratori dalle alte medie realizzative. Play titolare è quel “folletto di Cordoba” già visto e applaudito qualche anno or sono a Catanzaro. Pur non brillando in difesa, il riconfermato Pablo Albertinazzi è un regista capace di far giocare molto la squadra, veloce e sgusciante può rappresentare, come spesso accaduto, un rebus irrisolto per le difese avversarie. Attenzione poi a Luca Rossi, ex Osimo – A Dil, protagonista di un ottimo avvio di campionato nel quale si distingue come uno dei migliori tiratori da 3 pt, affiancato dall’altro ex A Dil. (lo scorso anno ad Agrigento) Marco Caprari. Confermati anche Giuseppe Costantino e Carmine Moccia, mentre qualche problema l’UPEA potrebbe averlo sotto canestro dopo l’infortunio del leader Alessandro Agosta. Stagione finita per l’ex Prativerdi Siracusa a causa dell’infortunio occorsogli nella gara del 17 Ottobre scorso contro Benevento. Dall’ufficio stampa dei siciliani si apprende che l’atleta ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore e del menisco interno: dalla redazione di reggioacanestro.it un grosso in bocca al lupo ad Agosta e i migliori auguri per una pronta ripresa. Al suo posto, ad affiancare Juan Martin Caruso è arrivato Alberto Saponi, lo scorso anno a Castelfiorentino. Possibilità in A Dilettanti per lui con l’ingaggio in estate da parte di Molfetta dove però, con il rientro di Di Marcantonio, avrebbe rischiato di sedere in panchina: conseguente quindi la scelta di abbracciare la causa di Capo d’Orlando arrivando alla corte di coach Condello la settimana scorsa ed esordendo nella vittoriosa gara contro Melfi. Completano il roster la guardia/ala Tomas Di Dio, proveniente dall’Acireale in serie C Dil., e il play Tomas Caula. Siciliani pronti per la sfida, convinti sicuramente a non lasciarsi influenzare dalle vicende giudiziarie di cui in settimana si è reso protagonista il presidente Sindoni, e giallo-rossi pronti a lanciare l’attacco al vertice in una delle trasferte più insidiose della stagione con la direzione di gara affidata ai Sigg.ri Corrado Isimbaldi di Briosco (MI) e Stefano Quaia di Milano.      

Completano il calendario della quinta giornata di andata i derby pugliesi Bari-Corato e Ceglie-Martina Franca, le sfide Melfi-Benevento, Mens Sana Campobasso-Francavilla, Bernalda-Nuovo Basket Campobasso mentre la Viola RC affronterà la lunga trasferta di Ragusa in cerca del quinto sigillo consecutivo.

In ultimo tutta la redazione di reggioacanestro.it porge i migliori auguri a Graziano Tavano, massaggiatore della Pallacanestro Catanzaro, per la laurea in fisioterapia conseguita presso la facoltà dell’Università Magna Grecia di Catanzaro.

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons