L’Alcaro Group Catanzaro di nuovo in casa contro la BBC Group Bernalda

Due squadre guidate da due icone del basket locale alle prese con situazioni diverse. Un avvio di stagione alquanto soddisfacente per i padroni di casa che, nonostante il doppio impegno in trasferta che il calendario ha riservato loro, sono riusciti a centrare due vittorie sulle tre gare fino ad ora disputate giocandosi fino ai secondi finali i due punti anche domenica scorsa sul campo del Martina Franca. Discorso diverso in casa rosso-blu dove la compagine guidata dal neo coach Slavko Djukic è ancora alla ricerca della prima vittoria avendo perso tre gare rispettivamente contro Melfi, Benevento e Corato. Un roster giovane ed interamente rinnovato quello costruito in campagna estiva dalla Società del  presidente Troiano che gira essenzialmente intorno alla figura di Roberto Russo, guardia classe ’81 e oramai storico capitano della squadra lucana, che ha realizzato nella passata stagione una media di 17.14 punti/partita. Una squadra allestita pescando dalle serie inferiori che ha nella salvezza il proprio obiettivo. A differenza dei precedenti avversari dell’Alcaro, Bernalda presenta dei ruoli ben definiti con Giorgio Corsi (ex Bimal Umbertide, C Dil – girone D) play titolare classe ‘86, affiancato da Marco Ottocento, play/guardia classe ’85 ex Metalstrutture Castel Guelfo (C Dil. – girone D). Nel ruolo di ala piccola troviamo Mario Valerio, fratello dell’ex giallo-rosso Daniele Valerio, classe ’82 reduce da una stagione passata tra la Virtus Fondi (C Dil. – girone G) e BLS Chieti (B Dil. – girone B) mentre a completare un quintetto guidato come detto da Roberto Russo, ci pensa Antonio Livera, ala classe ’88 già visto nelle fila della Gaudium Basket Canicattì. Dalla panchina partono invece il play classe ’91 Duccio Doretti, la guardia classe ’89 Angelo Barnabà (ex Pall. Novellara in C Dil. – girone B), l’ala classe ’90 Rocco Lepenne e le ali grandi Giambattista Moliterni (classe ’83 – ex Olearia De Biasi Ceglie in C Dil. – girone G) e Simone Zerini (classe ’90). Una squadra, almeno sulla carta, dal diverso spessore tecnico rispetto ai calabresi che non dovrebbe presentare grossi problemi allo strapotere del solido reparto gestito da Mlinar e Radovanovic sotto canestro né impensierire l’attacco giallo-rosso in cui la bella sorpresa Danilo Fevola affianca in maniera egregia il capitano Cattani. Per coach Antonello Restivo sarà l’occasione di far dimenticare la sconfitta del turno precedente che ha lasciato un po’ d’amaro in bocca per una gara in cui i calabresi hanno lottato fino alla fine. Il ritorno davanti al proprio pubblico, che lo ha acclamato fin dalla prima giornata, sarà certamente occasione propizia anche se, come noto, nella pallacanestro nulla è da dare per scontato, tanto più se hai davanti un avversario che scende in campo senza aver niente da perdere.

Palla a due alle ore 18:00 con la direzione dell’incontro affidata ai Sigg.ri Luca Fimiani di Monteforte Irpino (AV) e Giuseppe Castaldo di Portici (NA).

Il big match della quarta di campionato sarà sicuramente lo scontro al vertice tra Granoro Corato e Liomatic TB Viola RC il cui risultato contribuirà a definire le egemonie di vertice. Le altre due capolista, Accademia Britannica Campobasso e UPEA Capo d’Orlando, saranno impegnate entrambe in trasferta: la prima sul campo della Due Esse Martina Franca, la seconda in casa dell’Invicta&Olimpia Melfi nel posticipo delle 20:30. Completano il calendario il derby pugliese Soavegel Francavilla – Chimica D’Agostino Bari, la sfida di bassa classifica tra La Molisana Mens Sana Campobasso e MiaCard Basket Ceglie, formazioni ancora a secco di vittorie nel girone, e la gara tra Peugeot Benevento e Basket Club Ragusa.

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons