L’Assedio di Corato.Condello tuona:Spettacolo vergognoso

Partiamo chiaramente dal campo.
La Viola va avanti sfoderando una prestazione maxi nei primi due quarti.
I tifosi hanno un unico bersaglio l’ex Nello Lorenzetti, beniamino coratino fino alla passata stagione.
Cori contro l’atleta che appare davvero nervoso.
Corato rimonta nella terza frazione con un super parziale convincente di 21 a 3 e ritorna in gara.
La partita diventa vibrante fino a quando, a quattro minuti dalla fine, Lorenzetti sferra una gomitata nei confronti del centro nero-verde Storchi(che analizzando i nostri corsi e ricorsi storici fece fare la stessa fine al capitano dell’Alcaro Catanzaro Andrea Cattani tre stagioni fa mandandolo all’ospedale).
Corato a quel punto cede completamente dal punto di vista psicologico. Proteste a raffica con Corvino protagonista in negativo. Espulso l’allenatore Verile, tante proteste con la Viola che ha continuato a giocare e pensare alla pallacanestro, a testa alta, vincendo regolarmente la gara 65 a 80.
L’assedio è continuato negli spogliatoi con i tifosi che volevano con forza la testa di Lorenzetti.
Un’ora e mezzo di assedio che, solo grazie all’intervento delle forze dell’ordine è stato risolto.

 

Per la società nero-arancio ha parlato il Direttore Generale Gaetano Condello,unica voce di questa triste domenica di sport:”Siamo allibiti e senza parole.
Uno spettacolo vergognoso e dico che solo la dirigenza della Granoro Corato abbia la responsabilità di quanto successo.
E’ incredibile vedere le scene di caccia all’uomo su Nello Lorenzetti, ma la cosa più grave è che l’allenatore del Corato ha tirato un calcio al nostro atleta.
Tutti gli altri commenti a me sinceramente non interessano.Mi interessa che la squadra abbia vinto.Si parla tanto di Lorenzetti, additato come nemico numero uno ma vogliamo parlare di Corvino, grande giocatore che ha provocato arbitri e squadra avversaria dal primo all’ultimo minuto.Che cos’era una guerra?
A fine partita ho fatto effettuare un confronto tra Lorenzetti,Cavalieri e Corvino.Si parla di offese, di cose da bambini.
Lo spettacolo, purtroppo è stato deprecabile da parte del Corato, mi dispiace ma queste cose non devono e non possono succedere.
Io credo che la Viola fino al terzo quarto abbia dominato. Non credo di aver vinto perchè alla fine è successo tutto questo kaos.
Vi assicuro che stare rinchiusi un’ora e mezza  all’interno di una sorta di sequestro di persona, non fa piacere e ci tengo a precisare che la responsabilità di tutto questo va attribuita alla Dirigenza del Basket Corato.
Un comportamento vergognoso, assulutamente che va al di fuori del basket.
Il Commissario di Polizia venuto per salvaguardare la nostra incolumità mi ha dichiarato che questa è stata l’ultima partita giocata in questo palazzetto e che prenderanno le giuste contromisure.Io francamente, lo spero”.
La nostra aggiunta, dispiaciuta, è nei confronti della Giustizia Sportiva.Se al campo della Viola sono state date quattro giornate di squalifica per un mini assedio da bambini non andato a buon fine contro Catania, quante giornate verranno date al campo del Corato?

Reggioacanestro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons