LE 81 MERAVIGLIE DI KOBE

Il 22 gennaio 2006 Kobe Bryant giocò una delle partite più incredibili della storia NBA e del basket, segnando l’incredibile cifra di 81 punti nella vittoria casalinga dei Lakers contro i Toronto Raptors. 

Si tratta della seconda prestazione individuale nella storia della lega dopo i mitici 100 punti segnati da Wilt Chamberlain nel 1962. 

Una partita entrata di diritto nella storia del gioco, la più famosa nella carriera stellare del Black Mamba,atleta passato in gioventù da Reggio Calabria seguendo le gesta del padre Joe, seppur arrivata in regular season e in una stagione non vincente per i suoi Lakers. 

Quel 22 gennaio di 14 anni fa contro Toronto Kobe, all’epoca 27enne, mise a segno la seconda prestazione individuale di tutti i tempi segnando 81 punti, mettendo in mostra tutti i pezzi migliori del suo infinito repertorio tecnico e atletico, tirando 28/46 dal campo (7/13 da tre) e 18/20 dalla lunetta. Davanti a lui solo i leggendari 100 punti di Wilt Chamberlain del 2 marzo 1962. 

In quella stagione Bryant chiuderà con una media di 35.4 punti, nettamente la migliore di tutta la sua carriera. La stagione dei Lakers però finirà al primo turno dei playoff contro i Phoenix Suns dell’MVP Steve Nash.

Show Buttons
Hide Buttons