LE NORMATIVE IN CASO DI POSITIVITA’ PER A2 E SERIE B

La delibera presidenziale n°46 approvata ieri dalla FIP accogliendo la richiesta di LNP stabilisce le nuove modalità per la gestione delle situazioni legate ad eventuali casi di positività da Covid-19, per quanto riguarda eventuali rinviii delle partite e deroghe a casi speciali.

La principale novità riguarda la necessità per i club di A2 e B di inviare una lista di 14 nominativi presso FIP e LNP entro il venerdì antecedente la gara (o il lunedì in caso di turno infrasettimanale). Per poter disputare il match, la società dovrà poter schierare almeno 8 dei 14 atleti della lista non positivi al Covid-19. In caso di atleti positivi servirà la certificazione del medico sociale.

Con più di 6 casi di positività si disporrà il rinvio automatico, così come rientra nella casistica prevista per il rinvio l’indisponibilità contemporanea di capo allenatore e primo assistente. Per uno o più casi di positività previste deroghe relative alle regole che prevedono l’obbligo di almeno 8 italiani di formazione, degli Under e dei 10 giocatori a referto.

Nel caso in cui uno o più atleti dicharino di essere venuti a contatto con casi di positività o sospetti positivi, la società coinvolta dovrà certificare tramite dichiarazione del medico che la disponibilità di detti atleti è legata all’esito negativo di tamponi rapidi svolti entro 48 ore dalla disputa del match. In assenza dell’esito del tampone la gara non verrà disputata e ne sarà fissato il recupero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons