L’EX VIOLA DIEGO MONALDI RIMANE A PESARO

Terzo anno nella massima serie per il playmaker ex Viola che continua il suo percorso d’Eccellenza.

In tanti lo ricordano in canotta nero-arancio nell’anno della resistenza tra Centro Viola e PalaMaiata di Vibo.

In quella annata il team allenato da Ciccio Ponticiello conquistò premio Under e salvezza.

Oggi, Monaldi è uno dei pochi italiani rimasti nella serie A italiana.

La nota del Club

La Vuelle comunica di aver raggiunto l’ accordo con i giocatori Andrea Ancellotti e Diego Monaldi per la stagione sportiva 2018-2019. “Andrea e Diego-commenta il presidente Ario Costa- sono stati fra gli artefici della permanenza in serie A. Aver scelto ancora Pesaro, nonostante le numerose richieste da parte di altri Club, è segno di vero, grande, attaccamento ai colori sociali. Sono certo che per loro rappresenterà un altro significativo anno di crescita. Per noi, invece, un importante segno di continuità nel lavoro tecnico intrapreso dalla scorsa stagione”.

 

Play di 185cm per 78 kg, Diego Monaldi, nato ad Aprilia nel 1993, muove i primi passi da cestista nel vivaio Virtus Roma, prima di trasferirsi alla Mens Sana Siena dove completa il suo percorso a livello giovanile. Ed è proprio nel corso della sua esperienza senese che viene aggregato anche alla prima squadra, con la quale fa il suo esordio in Serie A.

Nei due anni successivi viene girato in prestito prima alla Brandini Firenze in A Dilettanti e poi alla Junior Casale Monferrato in Legadue. Nella stagione 2013/14 è nelle fila della Liomatic Bari nella Legadue Silver, dove viaggia a 16 punti di media e 2.5 assist ma a dicembre arriva la chiamata della Viola Reggio Calabria dove conclude il campionato in Legadue Silver.

Nelle due annate successive è protagonista con la maglia della Proger BLS Chieti, due stagioni che, sotto il lavoro tecnico di Massimo Galli,  lo consacrano come uno dei migliori prospetti italiani del secondo campionato nazionale, con un impiego medio di 32.2 minuti, conditi da 12.5 punti, 3.1 assist e 2.9 rimbalzi a gara, numeri che gli permettono di guadagnarsi l’interesse della Dinamo Sassari.

Con la Nazionale Italiana oltre ad aver vestito la maglia azzurra in tutte le categorie giovanili, spicca l’oro di Tallin nel 2013 con la Under20 di Sacripanti mentre nel 2015 viene aggregato alla Nazionale Sperimentale guidata da Attilio Caja. Lo scorso anno ha vestito la maglia della Vuelle.

Show Buttons
Hide Buttons