L’INTERVISTA A ROBERTO MARULLI

di Giovanni Mafrici – Zoom da casa Viola verso l’attesa sfida contro Scafati,parla il numero 22 dei nero-arancio.

“Non c’è tempo di fare calcoli. Bisogna concentrarsi sul presente, affrontando partita dopo partita”. E’ questa la filosofia indicata da Roberto Marulli per affrontare questo finale di stagione.

[wpdevart_youtube]GZS3WOYI46w[/wpdevart_youtube]

Il playmaker della Viola Reggio Calabria, in collegamento con la trasmissione ‘Tutti figli di Campanaro’ di Radio Touring 104, ha parlato del prossimo impegno in campionato, che vedrà i neroarancio sfidare, sul parquet di casa, Scafati. Una gara importante in chiave salvezza.

“Stiamo bene, siamo carichi, consapevoli della nostra posizione e di quello che dobbiamo fare”, ha spiegato l’atleta classe ‘91. “Siamo convinti di poter raggiungere il nostro obiettivo, a partire da sabato, quando affronteremo Scafati. Occorre mettere in cassaforte la salvezza matematica per poi concentrarci sui playout”.

Nel corso dell’intervista, il giocatore della Viola ha analizzato i punti di forza e le caratteristiche dei campani, prossimi avversari al PalaCalafiore: “Chiunque avrebbe pronosticato una Scafati nella parte alta della classifica. Nonostante la loro attuale posizione e i cambiamenti fatti, il roster rimane di qualità. E’ un’ottima squadra. Noi – ha sottolineato il play neroarancio – dovremo essere bravi a guardare a noi stessi, entrando in campo per fare risultato e ottenere i due punti”.

Marulli è poi tornato sul match della scorsa settimana, perso in trasferta contro Trapani: “Nel momento di difficoltà ci siamo disuniti, cercando troppe soluzioni individuali, invece di continuare a fare un lavoro di squadra. Abbiamo subito il loro break; da qual momento in poi non siamo riusciti a riprendere in mano la situazione e a ripartire.  Loro – ha aggiunto – hanno preparato molto bene la partita su Voskuil e Powell, che sono i nostri terminali offensivi principali, e di conseguenza hanno limitato tutti noi”.

Show Buttons
Hide Buttons