L’intervista:Tenetemi caldo il “number ten” la Cavalla ritornerà più forte di prima

 

 

Attestati di stima, di vicinanza e di affetto da parte dei compagni di squadra,dei giornalisti, degli addetti ai lavori,dei tifosi e di chiunque abbia visto almeno una volta la Viola di quest’anno. Sarà una domanda scontata ma conoscendo la grinta di Claudio Cavalieri siamo curiosi di conoscere il tuo stato d’animo. Non è facile ma siamo sicuri di rivederti al più presto sul campo. Che ne dici?

R:sono felice che la gente mi stia cosi vicino sono felice perche significa che in cosi poco tempo sono riuscito a far capire la cosa più bella di me che ho “un gran cuore”.  e sono me stesso sempre al 120%.Il mio stato d’animo.. beh lascio a voi immaginare, subito  dopo la partita di domenica ero a pezzi ma subito dopo è bastato uno sguardo di mio figlio per farmi capire che è solo un ginocchio c’è molto di peggio nella vita reale ( si perche quella che vivo io è una bella favola)quegli occhi che mi dicevano papa che hai? …..beh papà non ha niente torna più forte di prima e mi permetto di dire meglio di prima..

Il gruppo nero-arancio ha bisogno di Cavalieri anche fuori dal campo. Rimarrai al “Centro-Viola” anche nel post-intervento?

r:certo che rimarrò al Centro Viola .Ho deciso di farmi operare dalla famiglia Calafiore(padre e figlio)un grande Staff Medico che mi permetterà di stare vicino alla mia famiglia, vicino alla mia squadra .Spero di essere seguito in questo percorso difficile da Fabio Falcomatà con qualche aiuto del maestro Gaetano Rosace(per me una grandissima persona ed amico)sono le persone di cui mi fido cecamente e sono reggini DOC .E poi mi tocchera fare il moralizzatore non che terzo allenatore sono gia d’accordo col coach Fantozzi

Si inizia a parlare del tuo sostituto. Conosci il basket alla grande, che caratteristiche tecniche ed umane deve avere il giocatore giusto che consiglieresti al Dg Condello?

r:il mio sostituto beh difficile uno come me dove lo trovi? ah ah ah ah ah ah

Lasciando a margine gli scherzi il mio parere è che la società su qualunque nome stia decidendo spero che guardi prima il lato caratteriale, abbiamo creato un gruppo unito con delle gerarchie ben precise ci vorrà una persona umile che entri in punta di piedi e che sappia guadagnarsi il benestare di questa bella squadra.E poi la vuoi sapere una cosa.. questa squadra anche senza Cavalieri sarebbe capace di fare grandi cose abbiamo cosi tanti bravi giocatori e uomini io tifo per loro

ps tenetemi caldo “il number 10” che torno prima del previsto o quanto meno ci provo .

ps 2:Per la mia squadra grazie di starmi cosi vicino grazie

Intervista di Giovanni Mafrici per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons