L’Italia dei sogni non si ferma più:Battuto Israele

Lille. L’Italia è ai quarti di finale dell’EuroBasket 2015! Gli Azzurri hanno battuto nettamente Israele col punteggio di 82-52 e per la seconda volta consecutiva (la precedente nel 2013) sono tra le prime otto formazioni d’Europa. Si torna in campo mercoledì 16 settembre alle 21.00 contro la vincente della gara tra Lituania e Georgia, ultimo match degli ottavi a Lille.

Siamo tornati nella top 8 europea – commenta il CT Simone Pianigiani – e questo non è affatto banale. Essere sopravvissuti al nostro girone tostissimo anche dopo aver disputato e vinto due finali contro Spagna e Germania ci ha aiutato per avere l’approccio giusto anche stasera. Ci ha dato la durezza mentale giusta. Oggi devo fare i complimenti ai ragazzi perché sono stati bravi in entrambe le parti del campo e soprattutto hanno avuto la capacità di togliere Israele dal match quando sembrava che potesse rientrare dando l’accelerata in attacco e in difesa nel secondo tempo. Voglio ringraziare anche i miei assistenti per il grande lavoro fatto. Ora abbiamo due giorni per preparare quella che sarà sicuramente una partita diversa perché sia la Georgia sia la Lituania presentano caratteristiche differenti rispetto a Israele. E’ bello essere tornati nelle otto migliori squadre d’Europa ed è bello aver rimesso un po’ tutti i giocatori dentro l’Europeo. L’Italia c’è e negli ultimi anni se ne sono accorti tutti. ”.

LA CRONACA. Dopo due giorni di attesa finalmente gli Azzurri calcano il parquet del “Mauroy” di Lille, lo stadio di calcio della squadra locale splendidamente adattato per l’occasione a palazzetto di basket. E’ talmente tanta la voglia di giocare che l’Italia sfodera un primo quarto quasi perfetto: una sola palla persa, tante cose buone in difesa e il 3/4 da tre di Belinelli che suggella una prima frazione approcciata benissimo. Gli Azzurri fanno circolare bene la palla e allargano il campo, tanto che Israele finisce sotto 22-13 alla prima mini sirena. Nel secondo quarto Israele torna nel match per un paio di minuti (7-0), complice qualche imprecisione di troppo degli Azzurri. Il ritorno di Casspi e compagni è un lampo brevissimo, chiuso e sigillato per bene dall’ondata di Alessandro Gentile, che dalla fine del primo tempo e per tutto il secondo martella il canestro israeliano fino a migliorare il suo career high con la maglia della Nazionale (27. Il precedente era 25 contro la Spagna all’Europeo 2013). Insieme a lui è tutta la squadra a muoversi con personalità e per Israele è notte fonda (28-9 il parziale della sola terza frazione). Da segnalare l’uscita dal campo di Andrea Bargnani per un problema al polpaccio destro. Troppo presto per le valutazioni mediche, rimandate a domani.
Gli ultimi 10 minuti confermano che tutti gli effettivi a disposizione di Pianigiani, se mai ce ne fosse stato bisogno, reggono alla grande un palcoscenico di così alto livello. Il solo Datome, infortunato, non ha sporcato il proprio tabellino.
Una vittoria netta e importantissima, che proietta gli Azzurri in un quarto di finale davvero meritato. Ora due giorni di riposo prima di tornare in campo e sognare ancora.

 

VERSO LA LITUANIA:A seguito dell’infortunio occorso ieri ad Andrea Bargnani, gli esami strumentali effettuati hanno dato esito negativo. Per Bargnani si tratta di un risentimento muscolare del gemello mediale destro. Il giocatore potrà giocare il quarto di finale.

Il tabellino

Italia-Israele 82-52 (22-13, 18-17, 28-9, 14-13)
Italia: Della Valle 8 (0/1, 2/4), Belinelli 14 (1/2, 4/8), Aradori 2 (1/4, 0/1), Gentile 27 (6/8, 2/4), Gallinari 6 (3/7, 0/3), Bargnani 7 (2/6, 1/1), Cusin 2 (0/1), Datome ne, Melli 5 (1/4, 1/4), Cinciarini 3 (0/1, 1/2), Hackett 6 (3/5, 0/2), Polonara 2 (1/2, 0/1). All: Pianigiani
Israele: Yivzori (0/1 da tre), Dawson 1 (0/3), Mekel 20 (7/13, 2/2), Eliyahu 8 (6/13), Casspi 8 (2/6, 1/3), Limonad (0/1), Kadir 4 (0/4), Ohayon 2 (1/2, 0/2), Green (0/1), Fischer 5 (2/5), Rothbart ne, Timor ne. All: Edelshtein

Arbitri: Boltauzer (Slo), Radovic (Cro), Laurinavicius (Lit)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons