L’Italia è tutta di Giovanna Smorto

 

 

La Calabria che “tifa” il Veneto?

Difficile da credere considerati i corsi e ricorsi storici, le sequenze di partitissima contro la Benetton Treviso per la Viola e quant’altro.

Al Trofeo delle Regioni di Rimini la Calabria in rosa non si è qualificata complice una metodologia di qualificazioni controproducente e vergognosa(dove sono i rappresentanti della Calabria della Fip? Si sono dimessi anche loro?) che identifica la nostra regione come non all’altezza del compito.

Le ragazze di Federica Sbrissa hanno battuto la Basilicata(largamente): per volare al Trofeo delle Regioni, però, bisognava, secondo le istruzioni federali battere anche la Sicilia, team molto forte che ha disputato una grande fase finale.

Con l’auspicio che qualcosa possa cambiare per il bene di un movimento in rosa sempre più ridotto ai minimi termini, la Calabria del basket si è ritrovata a tifare per il fortissimo Veneto.

La reggina Giovanna Smorto per fare pallacanestro di un certo livello è stata costretta ad andar via in età più che scolastica: l’atleta classe 1999 sale sul tetto della penisola ottenendo il primo posto al termine di una gara mai in discussione contro la Lombardia terminata 25 a 68.

La giovanissima atleta è uno dei punti di forza della selezione “Veneto” dove gioca con profitto nel settore giovanile di una delle formazioni più blasonate a livello europeo nel basket in rosa come la Reyer Venezia.

Giovanna Smorto è la sorella dell’azzurro Under 20 Antonio, atleta cresciuto alla Viola attualmente in forza alla Stella Azzurra di Roma in Dnb.

Prima di volare nel Veneto per formarsi adeguatamente a livello cestistico, l’atleta è stata la prima tesserata in rosa della storia trentennale del settore giovanile della Scuola di Basket Viola passando per le esperienze con Olympia(si è allenata con il roster di Enzo Porchi che vinse la B,vincendo lo spareggio per la A3 e per la A2) e Lumaka.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons