MANU GINOBILI NELLO SPAZIO

Manu Ginobili è stato, durante tutta la sua carriera cestistica, l’emblema di come i limiti siano solamente degli obiettivi da superare.

Lo sappiamo molto bene a Reggio Calabria: in allenamento, l’anguilla di Bahia Blanca dava sempre il massimo,migliorandosi ogni giorno di più sotto la guida di Gaetano Gebbia,allenamento dopo allenamento, partita dopo partita fino a Bologna, fino all’Eurolega,fino all’Nba, fino agli Anelli, all’Olimpiade, ai successi ed all’Hall of Fame.

Il lancio è stato effettuato lo scorso 6 Ottobre da Leon (Spagna) in collaborazione con B2Space:si è tutto vero, la sua canotta è volata nello spazio.

La sua canotta volante,autografata, nello spazio.

L’NBA ha omaggiato l’ingresso di Manu Ginobili nella Hall of Fame effettuando un lancio nello spazio della sua maglia.

Per raggiungere questo nuovo traguardo, la NBA ha collaborato con l’organizzazione B2Space con sede a Londra, in Spagna e in Giappone, che è stata incaricata di lanciare il pallone depressurizzato che ha attraversato la stratosfera con la maglia”, ha spiegato NBA Latam in una nota.

Ha raggiunto più di 30 chilometri di altezza, dove è rimasto per più di sei ore fino alla sua discesa. Il viaggio è stato registrato in un video che può essere visto sui social network NBA in America Latina.

Si possono vedere tre strati perfettamente distinguibili: il pianeta Terra, lo strato blu dell’atmosfera e il nero dello spazio.

“Vale la pena ricordare che, essendo biodegradabile e non necessitando di carburante diverso dall’elio che lo guida, il pallone non ha prodotto alcun impatto negativo sull’ambiente”, hanno specificato.

Show Buttons
Hide Buttons