Marco & Renato dalla North Carolina, l’intervista doppia

 

Due reggini negli States.Marco e Renato.Un giocatore ed un Medico(ma anche Arbitro).Come sta andando?

Renato Capurro:”Questa è un’esperienza del tutto particolare oltre che per il luogo dove si svolge, anche e soprattutto perchè è una sorta di raduno itinerante che offre a tutti la possibilità di confrontarsi con situazioni diverse ed uniche, questa esperienza è stata fortemente voluta già dal 2000 dalla mente illuminata di Gaetano Gebbia ideatore ed organizzatore principe della manifestazione”.

Avevi gia affrontato esperienze del genere negli Stati Uniti?

Renato Capurro:Io avevo già avuto modo di fare questa tournee con l’annata 1986, quella di Marco Belinelli per intenderci, ed era stata già indimenticabile e particolare.
Pensate che proprio ieri sera Marco Belinelli, sapendo della nostra tournee mi ha dato un caloroso “in bocca al lupo” per tutti.
Credo che per un medico dello sport impegnato a tempo pieno nel basket sia una specie di “paese dei balocchi” e non lo dico solo per le situazioni ambientali generali ma anche e soprattutto per quelle mediche; basti pensare che nella sala medica del college di davidson ci sono 15 lettini per terapia e visita a mia completa disposizione!. E poi devo confrontarmi giornalmente con alimentazioni particolari sia per i menù che per gli spostamenti lunghi e frequenti in minivan.

Ritorni negli Usa dopo la grandissima esperienza al Jordan Brand Camp.Che differenze ci sono da quell’avventura?

Marco Laganà:A differenza della precedente,questa avventura la sto affrontando con la squadra della Nazionale ed e’ un onore ancora più grande!
Poi il posto e’ diverso! New York e’ molto più grande e sicuramente c’è più possibilità di divertirsi fuori dal campo!

Al rientro in Italia, quali prospettive e programmi ci sono per questa Nazionale?

R C:Le prospettive per la squadra, dopo questa esperienza aumenteranno notevolmete, per il bagaglio che acquisirà.

M.L:Siamo un bel gruppo! In allenamento lavoriamo bene, in questa occasione sotto la guida di due coach esperti e molto bravi come Franco Marcelletti (che avevo già conosciuto a Caserta prima e a Reggio Emilia poi) e Stefano Bizzozi , tutti e due allenatori di serie A!
L’obiettivo della squadra e’ quello di cercare, in tutti i raduni che andremo a fare, di sfruttare al meglio tutti gli allenamenti e le amichevoli per arrivare al meglio all’Europeo di categoria la prossima estate (naturalmente per chi verra’ convocato, perché questa non e’ la squadra definitiva)!

Come ti senti nel rappresentare Reggio Calabria in North Carolina?

Marco Laganà:”io sono contento di essere reggino e sono orgoglioso di rappresentare la Calabria in america insieme al DOC Renato!
 P.S. Chiunque veda mia madre le dica di leggere la posta di facebook!

I collegamenti con i nostri due rappresentanti sportivi in america non finiranno qui.Le sorprese devono ancora arrivare.State collegati.

Lo speciale di Giovanni Mafrici per Reggioacanestro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons