Marco Pate ne vuole ancora

 

 

La sua tripla pesa come un macigno a due minuti dalla fine di gara due.

Marco Pate:Una finale regionale diversa da quelle di sempre,cosa ne pensi?

E’ stata una gran bella partita, combattuta fino alla fine, disputata con grande lealtà in campo e fuori.Non penso sia stata poi tanto diversa dalle altre, visto che comunque si è giocato un buon basket. Siamo stati molto bravi nel finale, difendendo bene di squadra, abbiamo avuto pazienza in attacco, poi come dici tu quella tripla pesante e la freddezza nei tiri liberi di Cundari e Gallo ci hanno consegnato la vittoria.

 

Un giudizio sulla stagione della tua Nertos.Ci hanno parlato di problemi logistici,allenamenti ad orari impensabili,ma tutto sommato avete giocato una grande pallacanestro?

E’ vero ci sono stati tanti problemi logistici durante la stagione e probabilmente senza questi o parte di essi avremmo sicuramente trovato meno difficoltà durante il corso del campionato (sempre riferendomi all’ambito logistico) .Ciò nonostante e i risultati parlano da soli, l’impegno, il sacrificio ma soprattutto la passione dimostrata da parte mia, dei miei compagni e di tutta la società ha sopperito a tutto questo.

Facciamo la conta:quante finali hai già vinto? Qual è stata l’annata più bella?

Le finali vinte sono quattro, due con il Cosenza e due con Gioia Tauro . Ogni anno è stato speciale bello e significativo, pensandoci bene a livello cestistico la finale vinta a Pianopoli in gara 5 è stata la più sofferta quindi alla fine più bella,ma il gruppo di quest’anno costituito interamente da noi ragazzi di Cosenza ha reso questa stagione la più speciale.

Ti do carta bianca:crea il roster a dieci uomini più forte con i tuoi compagni di avventure di queste sfide vinte,compresa la guida tecnica..

1) Fabio Lorenzi

2) Niccolò Guzzo

3) Giacomo Genovese

4) Manu Gallo

5) James Warwick

6) Guglielmo Laguzzi

7) Federico Helale

8) Gaby Scarpa

9) Simone Trobino/Daniele Russo (per evitare colluttazioni nello spogliatoio..uahauha)

10) io…

All. Ugo Latella/Massimiliano Arigliano (senza ansia per entrambi)

Hai già sentito il tuo ex compagno Warwick, determinante nella annata 2012?Che sfida ti aspetti?

Ci siamo mandati un paio di messaggi il giorno dopo la partita, dove appunto entrambi ci chiedevamo dove e come giocarsi questo spareggio visto che le informazioni al riguardo sono arrivate “tardi”. Sarò contento di ritrovare James in questa gara, mi aspetto una partita difficile, tosta e che vinca il migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons