MELLI FIRMA IL SUO COME BACK IN ITALIA

Il suo cammino giovanile? Giocava con i fratelli Laganà e Kenneth Viglianisi.

Il colpaccio nel basket italiano è servito. L’azzurro Melli ritorna in Italia, per firmare per l’Armani di Ettore Messina e Gianmarco Pozzecco.

Termina così l’esperienza Nba di uno dei gladiatori azzurri in vista delle Olimpiadi di Tokyo.

Dopo 17 anni dall’ultima volta, l’Italia del basket italiano maschile torna alle Olimpiadi di Tokyo senza Belinelli e Datome, ma con un Danilo Gallinari in più (fuori Abass) reduce dalla finale di Conference Nba con Atlanta. Gli Azzurri vincono il torneo preolimpico di Belgrado, trascinati da Nico Mannion, Achille Polonara e Simone Fontecchio, quest’ultimo fratello minore di Luca, visto alla Viola nuova firma del Baskonia. Molto interessante il girone in cui l’Italia è stata inserita: l’esordio olimpico dell’Italbasket inizierà domenica 25 lugliocontro la Germania; successivamente, gli uomini di Meo Sacchetti dovranno vedersela contro l’Australia, 4° classificata dell’ultima edizione olimpica; infine, l’ultima sfida del girone dell’Italia sarà contro la Nigeria, il cui roster presenta numerosi giocatori NBA. I gironi delle Olimpiadi di Tokyo sono composti da 4 squadre e si classificheranno ai quarti le prime due di ogni girone e le due migliori terze.

La curiosità? Melli è un prodotto del settore giovanile, lo potete vedere in foto con il reggino doc Luca Laganà, oggi e domani alle prese con la fase finale dell’Ntc Summer League all’interno di un settore giovanile che aveva un ponte diretto da una Reggio all’altra.

Accanto all’ex Viola Enrico Germani, giocavano atleti del calibro di Luca e Marco Laganà,Kenneth Viglianisi ed il Coach Di Manno, oggi assistente a Latina in A2.

Show Buttons
Hide Buttons