Momento magico per l’Sbv,parla il giovane Iero

Dalla conferma della convocazione in Under 16 di Antonio Smorto a quella come “Riserva a casa” del giovane Domenico Latella, passando per le convocazioni in B a ripetizione di Viglianisi,Brienza e Cuzzola.

 

Adesso tocca a te.Demetrio Iero,classe ’94, prima convocazione con la B Dil per la sfida contro Benevento.Che emozioni hai vissuto?

R:Dici bene,il settore giovanile sta vivendo un ottimo momento andando a ripagare tutti gli sforzi che la società ha compiuto in questi anni. Di sicuro le emozioni che ho vissuto sono state molto positive ed uniche, grazie ai ragazzi che mi hanno subito accolto calorosamente,facendomi sentire uno di loro.

Il momento più bello della trasferta?

R:Tutti i momenti della trasferta sono stati belli. Dalla partenza fino al ritorno, mi sono trovato veramente bene. Forse, la permanenza in stanza con Nello Lorenzetti è stato uno dei momenti più belli e divertenti.

Dal campo come hai visto la Liomatic?

R:Dal campo ho visto una squadra che non è entrata subito in partita,condendo molto agli avversari soprattutto in difesa,come dimostrano i 27 punti subiti nel solo primo quarto, che,per una squadra che fa della difesa il proprio punto di forza,sono davvero tanti. Poi pian piano la squadra ha giocato meglio ed è arrivata la vittoria finale con la grande gioia negli spogliatoi.

Come vanno le cose con coach Di Manno? Che differenze trovi tra il tuo attuale coach ed i suoi predecessori?

R:Con coach Di Manno le cose vanno abbastanza bene. Ora che son passati alcuni mesi dal suo arrivo riusciamo a capire meglio ciò che ci chiede e migliorare. Di diverso rispetto ai predecessori senza dubbio la mentalità venendo da una realtà completamente diversa come quella che c’è al nord. Per il resto il coach punta molto sulla difesa e sulla “testa”.

Infine volevo ringraziare tutti i ragazzi e la società per questa fantastica esperienza.

Intervista di Giovanni Mafrici per Reggioacanestro.com

Momento magico per l’Sbv,parla il giovane Iero

Dalla conferma della convocazione in Under 16 di Antonio Smorto a quella come “Riserva a casa” del giovane Domenico Latella, passando per le convocazioni in B a ripetizione di Viglianisi,Brienza e Cuzzola.

 

Adesso tocca a te.Demetrio Iero,classe ’94, prima convocazione con la B Dil per la sfida contro Benevento.Che emozioni hai vissuto?

R:Dici bene,il settore giovanile sta vivendo un ottimo momento andando a ripagare tutti gli sforzi che la società ha compiuto in questi anni. Di sicuro le emozioni che ho vissuto sono state molto positive ed uniche, grazie ai ragazzi che mi hanno subito accolto calorosamente,facendomi sentire uno di loro.

Il momento più bello della trasferta?

R:Tutti i momenti della trasferta sono stati belli. Dalla partenza fino al ritorno, mi sono trovato veramente bene. Forse, la permanenza in stanza con Nello Lorenzetti è stato uno dei momenti più belli e divertenti.

Dal campo come hai visto la Liomatic?

R:Dal campo ho visto una squadra che non è entrata subito in partita,condendo molto agli avversari soprattutto in difesa,come dimostrano i 27 punti subiti nel solo primo quarto, che,per una squadra che fa della difesa il proprio punto di forza,sono davvero tanti. Poi pian piano la squadra ha giocato meglio ed è arrivata la vittoria finale con la grande gioia negli spogliatoi.

Come vanno le cose con coach Di Manno? Che differenze trovi tra il tuo attuale coach ed i suoi predecessori?

R:Con coach Di Manno le cose vanno abbastanza bene. Ora che son passati alcuni mesi dal suo arrivo riusciamo a capire meglio ciò che ci chiede e migliorare. Di diverso rispetto ai predecessori senza dubbio la mentalità venendo da una realtà completamente diversa come quella che c’è al nord. Per il resto il coach punta molto sulla difesa e sulla “testa”.

Infine volevo ringraziare tutti i ragazzi e la società per questa fantastica esperienza.

Intervista di Giovanni Mafrici per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons