MORICI E’ IL RE DI CATANZARO, TUTTO FACILE PER TARANTO

Gara a senso unico e grande voglia di riscatto dei pugliesi che vincono in scioltezza sulla Mastria.

Dentro o fuori per le matricole Mastria Catanzaro e Cus Jonico Taranto a caccia dei primi due punti nel mini girone di Supercoppa Centenario.

Le due formazioni, ironia della sorte, si sfideranno anche nella prima di campionato, tra un mese, in terra pugliese.

Si gioca al PalaGiovino, casa storica della Planet Catanzaro, società che ha deciso di dire stop ai campionati senior.Taranto schiera un volto arcinoto in giallo-rosso, l’argentino Nicolas Morici.

Taranto parte con l’ex giallo-rosso Morici, Azzaro,Bruno,Stanic e Matrone.

La Mastria parte con Tomcic e Tomasello sotto canestro, il recuperato Cucco in regia, Smorto,MIlijianic,

 

La gara inizia con due super protagonisti.

L’ex Planet Morici ed un Cucco che inizia alla grande.

Nei primi cinque minuti regna l’equilibrio: Smorto prende per mano i suoi fino al 15 a 7.

Taranto si riavvicina colpo su colpo arrivando sul peri con un triplo centro di Matrone.

Il vantaggio passa dalle mani di Nicolas Morici con il centro che chiude il primo quarto.

Il secondo periodo parte alla grande per la compagine locale con un canestro più fallo di Gioiese Moretti.

Taranto ritorna in vantaggio con due liberi di Morici.

Moretti e Petronella infiammano il match, Taranto non molla con le risposte di Azzaro e Morici.

Stanic realizza un grande canestro che rimanda in vantaggio la compagine ospite.

Dopo un nuovo canestro di Moretti, Morici è implacabile con due canestro in striscia che fanno volare gli ospiti sul più sette in un amen.

Il Cus prende in mano la sfida riuscendo a resistere alla voglia di risalire dei calabresi.

Morici per Azzaro in contropiede prima, e per Pellecchia subito dopo costruiscono  la trama del più undici per gli ospiti.

La tripla di Pellecchia, ancora lui, scrive un 28 a 40 che dimostra una differenza abbastanza evidente tra le due squadre.

Smorto per Tomasello, con un bel lay up riporta la Mastria sul meno dieci.

Il reggino, la inchioda ad una mano subito dopo(36-44).

 

Nel terzo periodo, le lunghe leve di Matrone si fanno rispettare.

La trama non cambia anche perchè, è Antonio Smorto a dettare legge nelle giocate offensive dei locali.

Il talento di Stanic comanda il match psicologicamente e fattivamente(38 a 51).

 

I canestri di Moretti da un lato e Matrone e Morici e Stanic dall’altro rendono godibile la sfida ma la gara è totalmente nelle mani dei pugliesi che volano sul più quindici.

Il 43 a 60 passa ancora dalle mani dello scatenato Morici.

Tanti, troppi extrapossesi al rimbalzo a favore del Cus che colpisce con la tripla del più venti a firma Matrone.

 

54 a 69 al termine del terzo quarto con la sfida che appare già finita.

Il 50% da tre punti del team di Coach Olive si palesa anche nel quarto periodo con Pellecchia, Longobardi e Morici ancora in evidenza (59 a 78).

Cucco prova a far mostrare qualche segno di risveglio ma un nuovo capolavoro di Morici, un no-look da urlo fa viaggiare in tranquillità gli ospiti.

 

Il resto è accademia: Cus Ionico in scioltezza fino al 71 a 97 finale.

 

 

Mastria Academy Catanzaro – Cus Jonico Taranto 71-97

(16-17,21-27,18-25,17-28)

Catanzaro:Moretti 19,Tomcic 3,Procopio,Mastria,Mavric,Cucco 11,Smorto 20,Milijianic 8,Morciano 2,Zimonjic,Petronella 2,Tomasello 6.All Formato Ass Ielasi

Cus:Manisi,Longobardi 7,Agbortabi 2,Pellecchia 8,Fiusco 8,Conte 4,Bruno 12,Azzaro 13,Morici 22,Matrone 8,Stanic 13.All Olive

Arbitri Giuseppe Scarfò di Palmi e Samuele Riggio di Siderno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons