NBA: E’ LA NOTTE DI MANNION

E’ la notte di Mannion?

Bellissimo il messaggio targato Italbasket dove Marco Belinelli da il suo personale in bocca al lupo all’italo-americano, nazionale azzurro e figlio del grande Pace, avversario, da sempre e per sempre della grande Viola con la canotta della Clear Cantù.

Questa notte alle 02:00 italiane, si svolgerà l’NBA Draft 2020, la selezione delle giovani matricole che entreranno a fare parte del mondo NBA. Due giri, sessanta scelte a disposizione delle trenta franchigie.

Tra gli eleggibili c’è anche Marko Simonovic visto a Siena, anche contro Reggio in A2 qualche anno fa.

Nico Mannion non è l’unico italiano. Spicca la presenza di Eboua, ex giocatore della VL Pesaro dovrà attendere una scelta alla fine del secondo giro.

Nel 1999 il giovane atleta della Viola Reggio Calabria fu scelto dai San Antonio Spurs.

Chi l’avrebbe mai detto? Lui, probabilmente si.

21 anni dal suo draft Nba. Cognome non pronunciato bene, risate ed un sogno chiamato San Antonio Spurs.

Il primo viaggio della Viola Reggio Calabria in un Draft Nba.

Al termine della prima stagione sullo Stretto viene scelto al numero 58 del Draft NBA 1999 dai San Antonio Spurs (in quello che sarà uno dei maggiori draft steal della storia della Lega con Elton Brand che arrivò prima di Francis,Baron Davis e Lamar Odom). Rimane però ancora a Reggio, dove scrive pagine memorabili per la compagine calabrese, che nella sorpresa generale, arriva a ripetere il risultato sportivo conseguito nel 1993: semifinale sfiorata e quinto posto assoluto alla fine dei play-off. Il risultato della Viola, contribuisce a segnalarlo come una delle guardie più esplosive del Campionato Italiano: il resto è storia tra Bologna, i traguardi con la Nazionale e tanti anni indimenticabili tra i pro.

Show Buttons
Hide Buttons