NBA:E’ FESTA WARRIORS

di Gaetano Laganà – Al secondo match point, questa volta in casa, Golden State non sbaglia e si laurea campione NBA 2017, conquistando il secondo titolo in tre stagioni. Onore ai Cavs ed in particolare a Lebron James che chiude la serie finale in tripla doppia di media (!).

GOLDEN STATE – CLEVELAND 4-1 (129-120)*

I Cavs sono con le spalle al muro ed uscire indenni dalla Oracle Arena non è per niente facile. Lebron e Irving partono subito fortissimi e ne mettono 12 a testa nel primo periodo (Lebron chiuderà con 41, 13 ed 8 assist. Irving con 26). Golden State si aggrappa a Curry (34 e 10 assist) per restare in scia, sfruttando anche la panchina. Al primo mini riposo è +4 Cavs che partono 4-0 anche nella seconda frazione. Ma proprio nel momento migliore dei campioni in carica, arriva la prima sfuriata Warriors: Durant (39, 7 rimbalzi e 5 assist), coadiuvato da Curry e Iguodala (20), apre il fuoco ed in un amen la squadra della baia piazza un break pazzesco di 28-4, portando GSw a +17. L’ennesima reazione del Re riesce a limitare i danni permettendo a Cleveland di chiudere sotto “solo” di 11 lunghezze alla pausa lunga.

Nella ripresa gli Warriors rimangono però negli spogliatoi e la squadra di coach Lue ne approfitta arrivando anche a -4, rimettendo in corsa i Cavs e zittendo la Oracle Arena. Fondamentale JR Smith che chiuderà la gara con 25 punti. La fatica della rimonta tuttavia fa un brutto scherzo agli ospiti e Golden State nell’ultimo quarto riesce a piazzare l’ultimo, decisivo, parziale che la porta a +14 con 4 minuti da giocare. Cleveland non ne ha più e Lebron è costretto a caricarsi tutta la squadra sulle spalle, non trovando supporto in nessuno. I giallo-blu continuano a colpire e Curry manda i titoli di coda della partita e della serie.

Steph e compagni riescono quindi nella rivincita delle scorse finali, coronando due stagioni che entrano di diritto nella storia della pallacanestro ed in generale dello sport. Dopo aver dominato la regular season 2016, stracciando ogni record individuale e di squadra, gli Warriors hanno adesso ripetuto la stessa impresa nei playoff 2017 grazie soprattutto alla presenza di Kevin Durant. L’ala dei Warriors, MVP delle Finals, chiude con 35,2 punti di media, 8,4 rimbalzi, 5,4 assist e 1,6 stoppate a partita. Onore ancora ai campioni uscenti, ma probabilmente abbiamo avuto la fortuna di veder giocare una delle squadre più forti di sempre!

*serie conclusa

 

Show Buttons
Hide Buttons